22 maggio 2018
Aggiornato 04:00
Lunedì 28 marzo

Pasquetta al Museo della Centrale idroelettrica “A. Pitter”

Unica nel suo genere e nucleo vitale di un sistema di impianti per lo sfruttamento dell’acqua del torrente Cellina. L’impianto è stato realizzato agli inizi del ‘900, grazie all’intuizione e al progetto di Aristide Zenari. Chiusa nel 1988, è ora un galleria gestita dall’Immaginario Scientifico

Gli interni della Centrale Pitter (© Ufficio stampa dell'immaginario scinetifico)

PORDENONE - Pasquetta è sempre l’occasione per fare una gita fuori porta: perché non approfittare allora per abbinare una passeggiata nel rigoglioso paesaggio pedemontano della Valcellina a una visita alla maestosa e bellissima Centrale idroelettrica «A. Pitter»? Lunedì 28 marzo, alle 15, l’Immaginario Scientifico organizza la speciale visita guidata «Nel cuore della centrale», un viaggio nel passato per conoscere gli aspetti storici, tecnici e le curiosità dell’ex Centrale, curata da chi per anni vi ha lavorato e l’ha vissuta: i volontari dell’associazione ‘Amici della Centrale’.

Un po’ di storia
Unica nel suo genere e nucleo vitale di un sistema di impianti per lo sfruttamento idroelettrico del torrente Cellina, la Centrale «Antonio Pitter» è stata realizzata agli inizi del ‘900, grazie all’intuizione e al progetto di Aristide Zenari. Chiusa nel 1988, la Centrale è ora un museo, gestito dall’Immaginario Scientifico. Durante la visita «Nel cuore della Centrale», che si svolge alle 15, durante l’orario di apertura al pubblico (10-18), i partecipanti potranno seguire il percorso di nascita della Centrale, grazie a un video storico che ripercorrerà tutti i passi della sua costruzione. Potranno poi capirne il funzionamento e visitare la sala macchine, il vero e proprio «cuore» pulsante della Centrale, scoprendone gli aspetti tecnici, le turbine, il quadro di comando e i sistemi di funzionamento. Grazie alla simulazione della messa in parallelo e l’accensione dei macchinari, accompagnate dalla registrazione del suono di quando questi erano in funzione, sarà possibile rievocare l’atmosfera dell’epoca.

Il costo della visita è di 8 euro, 5 euro ridotto per bambini da 6 a 12 anni (la visita è indicata per bambini sopra i 6 anni).

L’iscrizione si effettua compilando il form online sul sito www.immaginarioscientifico.it, entro il 24 marzo.

La visita viene garantita con un numero minimo di 25 partecipanti.