16 ottobre 2018
Aggiornato 16:30

Canyoning Rio Pielungo

Una giornata di sport e benessere "immersi" nella natura. Scendere i torrenti nei tratti più selvaggi, calarsi su corda lungo cascate mozzafiato, tuffarsi in laghetti dall’acqua cristallina, scivolare su toboga spinti dalla corrente
Il Canyoning Rio Pielungo
Il Canyoning Rio Pielungo (Visitait)

PORDENONE - Scendere i torrenti nei tratti più selvaggi, calarsi su corda lungo cascate mozzafiato, tuffarsi in laghetti dall’acqua cristallina, scivolare su toboga spinti dalla corrente: questo è il canyoning! Percorso da affrontare con curiosità e mente libera, durante il Canyoning Rio Pielungo avrete la possibilità di provare tutte le situazioni che il torrentismo ha da offrire a un livello medio-facile accessibile per chiunque, a patto che non si abbia paura dell’acqua e si sappia nuotare! Consigliato per gruppi di minimo 6 persone. Potrete godere in tutta sicurezza della bellezza di luoghi incantati e del piacere di praticare uno sport letteralmente ‘dentro’ la natura. Il prossimo appuntamento è fissato per il 24 aprile, ritrovo alle 9 in piazza Municipio a Vito D’Asio (Pn), partenza alle 9.30.

Canyoning Rio Pielungo
La forra è stata scoperta nel 2012 ed è una delle più belle in regione. Facile, sportiva e sicuramente molto giocosa questa escursione vi porterà a circa 30 metri sotto al livello del bosco, dove potrete ancora sentire tutti i suoni della natura. Con un accesso molto facile di circa 5 minuti potrete subito notare quanto l’acqua in questa forra sia pura, con un colore verde smeraldo assolutamente spettacolare. Si scenderà in una gola tra scivoli naturali davvero molto divertenti e discese in corda (molto semplici) per ‘sfociare’ infine nel fiume Arzino. L’escursione avrà una durata di circa 4 ore per un impegno totale di mezza giornata. Ricordiamo che per compiere questa escursione è indispensabile saper nuotare. Verranno richiesti i seguenti dati: altezza – peso – num. piede. Consigliamo scarpe da ginnastica, o da basket (collo più alto) o pedule non tacchettate (per un migliore grip sulla roccia). Opportuno portarsi un cambio per fine attività ed un asciugamano. Se non vi fossero condizioni meteo adatte, l’uscita verrà rimandata ad un’altra data concordata assieme alla guida.

Informazioni su www.visitait.it