23 agosto 2017
Aggiornato 19:30
Martedì sera si è consumata la tragedia

Dramma a Spilimbergo: morti due fidanzati. Si indaga per omicidio-suicidio

I due corpi stati trovati sul pavimento di casa. Sembra che la recente rottura del relazione da parte della ragazza, 29 anni, abbia portato l’uomo, 37, a compiere l'estremo gesto

SPILIMBERGO – La ragazza, Michela Baldo di 29 anni, aveva da pochi giorni troncato la relazione con Manuel Venier, 37 anni, ex guardia giurata di Codroipo. Una storia che durava da 3 anni, la cui conclusione, si crede abbia portato l’uomo a compiere il gesto estremo.

Quattro colpi, con la pistola che deteneva regolarmente, per uccidere la ex, appena rincasata e altri due colpi per togliersi la vita. Questa la prima ricostruzione della vicenda accaduta martedì sera, poco prima delle 22.30 e attualmente al vaglio dei carabinieri di Spilimbergo e del comando provinciale. Il fatto si è compiuto nell’appartamento della giovane donna, in via della Repubblica a Spilimbergo.   

A dare l’allarme i familiari, una parente della ragazza nel vano tentativo di raggiungerla al telefono e la madre dell’uomo che non lo vedeva rientrare nell’abitazione in cui da pochi giorni era tornato a vivere. Manuel Venier possedeva ancora le chiavi di casa della ex compagna, perciò ha potuto aspettarla, armato della sua pistola e di un cuscino da usare come silenziatore. A quanto pare l’uomo, avrebbe comunicato la drammatica intenzione tramite Whatsapp a un gruppo di amici.