21 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Č successo attorno alle 13 del 28 giugno

Si getta da un ponte alto 40 metri: č viva

La donna, residente in un comune dell'udinese, si č avvicinata al ponte che collega le province di Pordenone e Udine e si č lanciata nel vuoto, probabilmente in un tentativo di suicidio

Tentato suicidio nel pordenonese (© AdobeStock | LoloStock)

PINZANO – Si è gettata da un ponte alto 40 metri, finendo nell'acqua del fiume Tagliamento, che in quel tratto è profonda non più di un paio di metri e si è miracolosamente salvata. È accaduto attorno alle 13 del 28 giugno, a Pinzano al Tagliamento, in provincia di Pordenone, a darne notizia l’Ansa. Da quanto si è appreso, la donna, residente in un comune dell'udinese, si è avvicinata al ponte che collega le province di Pordenone e Udine e si è lanciata nel vuoto, probabilmente in un tentativo di suicidio.

La donna è grave, ma non in pericolo di vita
Nonostante abbia riportato politraumi al cranio e al torace, la donna è comunque riuscita a riemergere dall'acqua fredda e impetuosa e a raggiungere un isolotto. Allertati da un passante, sul posto sono giunti i Vigili del fuoco di Spilimbergo, la locale squadra di Protezione civile e il personale dell'equipe sanitaria dell'elicottero del 118 che ha recuperato la paziente e, stabilizzatala, l'ha trasferita all'ospedale di Udine: le sue condizioni – come spiega l’Agenzia - sono gravi ma non sarebbe in pericolo di vita. Le indagini sul caso sono condotte dai Carabinieri.