16 ottobre 2018
Aggiornato 17:00

Operetta "Ballo al Savoy". Sul palco anche I Papu

A Montereale Valcellina l'11 agosto grande serata di teatro musicale con l'Associazione Corale Polifonica
Montereale Valcellina, operetta d'autore. Interpreti d'eccezione I Papu
Montereale Valcellina, operetta d'autore. Interpreti d'eccezione I Papu (Polifonica Montereale)

MONTEREALE VALCELLINA - Nuova proposta culturale dell’Associazione Corale Polifonica Montereale Valcellina, che l’11 agosto alle 21.30, nella corte di Palazzo Toffoli a Montereale proporrà 'Ballo al Savoy', la celebre operetta su musica di Paul Abraham e libretto di Alfred Grünwald e Fritz Löhner-Beda. Sarà l’occasione per vedere due mattatori della comicità pordenonese, Andrea Appi e Ramiro Besa in arte I Papu, in una veste differente ma sempre da protagonisti sul palcoscenico. «Con questo spettacolo - ha spiegato Gianni De Pol presidente della Corale - vogliamo promuovere attraverso il teatro e la musica il movimento turistico sul territorio unito alla scoperta delle specialità enogastronomiche. In tal senso aderiamo a un progetto della Regione Friuli Venezia Giulia che sostiene l'iniziativa insieme alla Provincia di Pordenone e ai Comuni di Montereale Valcellina e Porcia più altri partner. Sarà una serata speciale, nella quale si potrà rivivere l’epoca d’oro dell’operetta respirando l’aria culturale della Mitteleuropa grazie a interpreti straordinari, tra cui i due Papu che ringraziamo per la partecipazione». Collabora alla produzione l’Associazione Internazionale dell’Operetta del Friuli Venezia Giulia. Biglietti in prevendita Cartoleria Fignon Elisa (piazza Roma 5) a Montereale Valcellina.

La trama di Ballo al Savoy
La sinossi (preludio più tre atti) si svolge all’Hotel Savoy di Nizza, dove i freschi sposi Aristide marchese di Faublas e Maddalena, tra mille tentazioni sottoposte loro da vecchi e nuovi amanti, vedono svanire il loro matrimonio fino al colpo di scena finale. Un classico della cultura mitteleuropea, presentato per la prima volta a Berlino nel 1932. I due 'Papu': Andrea Appi interpreta Archibald, il cameriere di Aristide (sul palco grazie all’interpretazione del tenore Mathia Neglia) mentre Ramiro Besa è Celestino Formand, giovane avvocato invaghitosi di Maddalena (la soprano Maria Giovanna Michelini). «Un’opera – commenta De Pol - moderna, quasi un musical: abbondano i fox-trot e le danze latino-americane anche se non manca comunque il valzer».