Cronaca | Oggi trasferito a Padova

In gravi condizioni il bambino precipitato nei Cadini del Brenton

Ha superato la notte ma è ancora grave il bimbo di soli 3 anni e 7 mesi, residente a Zoppola, vittima del tragico incidente sulle Dolomiti bellunesi

Bambino di Zoppola scivola in una pozza d'acqua naturale
Bambino di Zoppola scivola in una pozza d'acqua naturale (Adobe Stock | lucascalmati)

ZOPPOLA - Il bambino di soli 3 anni e 7 mesi, che sabato pomeriggio è scivolato in una forra delle Dolomiti bellunesi ha superato la notte, ma versa ancora in condizioni disperate. È stato trasferito dall’ospedale di Belluno a quello di Padova, dove è presente un’equipe medica specializzata nel trattamento di casi molto gravi. Il drammatico incidente è avvenuto durante l’escursione ai Cadini di Brenton nella valle del Mis.  Sotto gli occhi del padre e del resto della comitiva in gita, il piccolo è precipitato in una delle pozze d’acqua naturali, scavate nella roccia dal torrente Brenton, battendo sulle pietre e restando in acqua fino a un primo, disperato, soccorso da parte del genitore. Gli amici hanno dovuto scendere verso valle per quasi un chilometro dal luogo dell’incidente, per poter trovare segnale e finalmente chiamare i soccorsi con i cellulari. Sono soppraggiunti  l’ambulanza del centro mobile di rianimazione del Suem 118 di Belluno, l’elisoccorso del Suem, i vigili del fuoco, il Soccorso alpino e la Forestale. Il bambino è stato recuperato, rianimato e immediatamente trasportato in ospedale in condizioni critiche.