16 agosto 2018
Aggiornato 23:30

Il Festival de L'Arlecchino Errante ad Aviano, San Vito e Zoppola

Merisi: "Le compagnie coinvolgeranno le comunità locali in laboratori prima degli spettacoli"

PORDENONE - Ultimi preparativi per l’edizione 2016 del festival de L’Arlecchino Errante, il primo della stagione culturale autunnale di Pordenone: il programma sarà svelato alla casa di riposo Umberto I° il 2 settembre alle 11.30 nella conferenza stampa che prende il titolo da questa speciale edizione del ventennale: «Quelli che amano hanno sempre 20 anni». Una scelta, quella della casa di riposo, in linea con il tema della rassegna che vuole sottolineare il valore dell'esperienza. Saranno presenti il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani e l'assessore alla cultura Pietro Tropeano.

Nel frattempo gli organizzatori della Scuola Sperimentale dell’Attore hanno anticipato che tre degli appuntamenti dislocati sul territorio del Friuli occidentale vedranno protagonisti antichi castelli i quali, grazie al teatro, si apriranno non solo al pubblico ma anche alle comunità locali con laboratori a loro dedicati. «Organizzeremo - ha spiegato Ferruccio Merisi direttore artistico del festival - tre residenze teatrali ad Aviano, Zoppola e San Vito: in ogni occasione le compagnie coinvolgeranno i residenti in laboratori nei giorni precedenti gli spettacoli che permetteranno di condividere arte, emozioni e idee». Nel corso della conferenza stampa saranno ufficializzati i nomi delle compagnie teatrali coinvolte come anche saranno svelati date e luoghi dei due spettacoli del festival che quest’anno si terranno fuori dai confini del Friuli Venezia Giulia, oltre a un progetto di collaborazione con il teatro comunale Giuseppe Verdi e la conferma dello spazio dell’ex chiesa di San Francesco a Pordenone.

Nel frattempo continua da tutto il mondo la corsa  per iscriversi al Masterclass in Commedia dell’Arte. Sono gli ultimi giorni e il Masterclass è a numero chiuso. Come noto il "maestro ospite" sarà  Michele Abbondanza, docente di teatro danza alla Scuola Giorgio Strehler del Piccolo Teatro di Milano. Oltre ad Abbondanza, il docente di riferimento sarà come sempre Claudia Contin Arlecchino, celebre interprete della maschera e cofondatrice del Festival