23 settembre 2018
Aggiornato 20:00

Gravissimo, 46 enne investito nei pressi di Zoppola

Il conducente era entro i limiti di velocità e la vittima non era sulle strisce. Ora in coma
Incidente nel Pordenonese
Incidente nel Pordenonese (Adobe Stock, foto di Olly)

PORDENONE – Un 23 enne pordenonese stava guidando la sua Wolkswagen sulla Pontebbana il 4 ottobre, alle ore 21, quanto improvvisamente, sul ponte Meduna nei pressi del bar Pashà è sbucato un pedone. Pur nei limiti di velocità il guidatore non è riuscito a evitare l’impatto e la vittima è rotolata sul cofano sfondando il parabrezza. Gravissimo, al momento, Daniel Nicusor Puica, 46 anni, originario di San Fior in provincia di Treviso. Ha perso moltissimo sangue e ora si trova in coma, in terapia intensiva, con prognosi riservata all’ospedale di Pordenone. Lavorava al Bingo di Zoppola ed è un cliente abituale del bar Pashà. 

Gli ultimi sviluppi
Al momento le sue condizioni sono peggiorate, il pomeriggio del 5 ottobre i medici hanno deciso di portarlo all’ospedale di Udine per un’operazione di cardiochirurgia. I carabinieri della compagnia di Pordenone hanno inviato la loro dettagliata relazione al sostituto procuratore Monica Carraturo. È certo che il conducente dell’auto era partito da Zoppola e si stava dirigendo verso Pordenone percorrendo la Pontebbana entro i limiti di velocità consentiti, e quando Puica è comparso sulla strada non si trovava comunque sulle strisce. A bordo c’era anche la fidanzata del conducente. Al momento la golf è stata posta sotto sequestro, nel caso il pm richieda perizia dell’incidente.