19 giugno 2018
Aggiornato 08:30
Cronaca | Domenica mattina

Il Cnsas impegnato nel recupero di un disperso Frisanco

L'uomo, R. W., 58 anni residente a Prata di Pordenone, ha allertato il 115 alle 11.30 con il proprio telefono cellulare raccontando di essersi smarrito a causa delle fitta nebbia in località Valdestali

Soccorso alpino in azione a Frisanco (© Diario di Pordenone)

PORDENONE - Intervento di soccorso in comune di Frisanco delle squadre del Soccorso Alpino di Maniago e dei Vigili del Fuoco per un escursionista che aveva smarrito l'orientamento andando in cerca di castagne. L'uomo, R. W., 58 anni residente a Prata di Pordenone, ha allertato il 115 alle 11.30 con il proprio telefono cellulare raccontando di essersi smarrito a causa delle fitta nebbia in località Valdestali. Era partito in compagnia del figlio e di un amico dalla cava del San Lorenzo lungo una traccia di sentiero per cacciatori.

Le squadre di soccorso - dodici uomini del Soccorso Alpino e cinque Vigili del Fuoco - hanno attivato, grazie al rilevamento Gps e con la collaborazione dell'uomo, il servizio georescue, una applicazione che consente di interagire con chi si trova in difficoltà e ha il cellulare attivo, fornendo le coordinate geografiche ai soccorritori. Gli uomini del Cnsas di Maniago hanno individuato il disperso dopo circa un'ora di ricerca e alcuni richiami a voce a una quota di circa 600 metri di altitudine in fondo a una ripida scarpata disseminata di rovi, lungo la quale si sono calati per riaccompagnarlo, stanco e provato, all'automobile.