20 giugno 2018
Aggiornato 18:30
Economia | Il vertice a Roma

Electrolux: i volumi crescono, ma resta il nodo dei 100 esuberi da riassorbire

"Il viceministro Bellanova - spiega Bolzonello - ha confermato che l'esecutivo darà delle risposte sia sul fronte degli ammortizzatori sociali sia sulla defiscalizzazione dei contratti di solidarietà".

La dese di Electrolux a Pordenone (© Facebook)

PORDENONE - «Gli investimenti compiuti dalla Regione sulla vertenza Electrolux stanno dando esiti positivi e quindi siamo ottimisti sul futuro. L'azienda ha confermato la crescita dei volumi di produzione, anche se permangono alcuni elementi di criticità, sui quali però il Governo ha assicurato il proprio impegno per poterli risolvere».
È questo, in sintesi, per il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, l'esito dell'incontro al quale ha partecipato a Roma per compiere le periodiche verifiche sullo stato di attuazione dell'accordo siglato due anni e mezzo fa tra il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ed Electrolux. Oltre alla Regione, hanno partecipato al tavolo anche il viceministro Teresa Bellanova nonché i rappresentanti dei sindacati e dell'azienda.

In un clima positivo, Electrolux ha compiuto un aggiornamento della situazione dall'ultimo incontro svoltosi sempre al Mise lo scorso mese di maggio. «Dai dati in loro possesso - spiega l'assessore regionale alle Attività produttive Bolzonello - rispetto all'accordo siglato nel 2014, l'azienda ha confermato la crescita dei volumi di produzione, tanto per il 2016 quanto per il 2017, così come anche l'impegno negli investimenti che aveva programmato». Resta invece ancora da risolvere il tema legato al riassorbimento dei 100 esuberi.
«Sul fronte della reindustrializzazione - ha detto il vicepresidente Bolzonello al termine dell'incontro - l'azienda ha fatto sapere che al momento si sta relazionando con tre realtà produttive con le quali sta verificando la possibilità di riutilizzo dell'area».

Secondo i sindacati le criticità rimangono le stesse già evidenziate in passato, in modo particolare quelle legate alla defiscalizzazione dei contratti di solidarietà. Tema questo sul quale i rappresentanti dei lavoratori hanno chiesto degli impegni precisi al Governo. «Il viceministro Bellanova - spiega Bolzonello - ha confermato che l'esecutivo darà delle risposte sia sul fronte degli ammortizzatori sociali sia sulla defiscalizzazione dei contratti di solidarietà».
L'incontro tra le parti è stato aggiornato a febbraio del 2017, sempre a Roma, al ministero dello Sviluppo economico.