20 agosto 2018
Aggiornato 13:00

'Let's Sing…concerti d'autunno': doppio evento musicale a Cordenons

Concerti programma venerdý prossimo, 4 novembre, nel Duomo San Marco diáPordenone, e sabato 5 novembre, nel Duomo Santa Maria Maggiore: un progetto che persegue le finalitÓ diávalorizzazione turistica e di promozione del territorio
Il polifonico di Codenons
Il polifonico di Codenons (Diario di Pordenone)

PORDENONE - 'Let's Sing… concerti d'autunno', in programma venerdì prossimo, 4 novembre, nel Duomo San Marco di Pordenone, e sabato 5 novembre, nel Duomo Santa Maria Maggiore di Cordenons, è un progetto che persegue le finalità di valorizzazione turistica e di promozione del territorio attraverso l'attività di una consolidata realtà di carattere culturale. E nasce da un'iniziativa di promozione nel Regno Unito, organizzata dalla Regione, che ha consentito al Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons di avviare una sinergia con il London Welsh Chorale. «Per questo motivo - ha precisato il vicepresidente e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, alla presentazione dell'iniziativa, nella sede civica di Pordenone - la Regione sostiene questa attività del Polifonico di Cordenons. La professionalità acquisita da questa realtà - ha aggiunto Bolzonello - la competenza a livello organizzativo, le sinergie attivate a livello internazionale, sono gli elementi che ne fanno un complesso rappresentativo delle qualità della nostra terra e della nostra gente, in Italia e nel mondo. Qualità frutto di un impegno - ha concluso il vicepresidente - che sarà coronato in occasione delle due esibizioni in programma nel prossimo fine settimana».

Il progetto 'Let's Sing', ha spiegato la presidente del complesso polifonico cordenonese, Chiara Sartori, dopo gli interventi degli assessori alla cultura di Pordenone, Pietro Tropeano, e alle politiche sociali di Cordenons, Silva Gardonio, si è sviluppato partendo dalla collaborazione con il London Welsh Chorale. Sinergia, che è maturata a vari livelli: dal perfezionamento della dizione nella lingua inglese, alla conoscenza di autori della polifonia britannica.
Per arrivare ai due eventi in programma per il prossimo fine settimana. Eventi, ha ribadito la Sartori assieme alla direttrice del Polifonico, Monica Malachin, che favoriranno la conoscenza e la promozione del territorio e delle sue attrattive all'estero.

La prima delle due serate, il 4 novembre dalle ore 20.45 nel Duomo di Pordenone, s'intitola 'Let's Sing …Pordenone', e prevede l'esecuzione di brani di autori europei dal Rinascimento a oggi, con il coinvolgimento dell'Ensemble Cohors Naonis assieme ai due complessi principali. Nella serata del 5 novembre, dalle ore 20.30 nel Duomo di Cordenons, si svolgerà la seconda parte del progetto: 'Let's Sing…Cordenons …la potenza di 80 voci.
Sarà l'evento clou dell'iniziativa, con l'esecuzione in un unico coro da parte  dei componenti dei due complessi vocali di Cordenons e di Londra (complessivamente ottanta coristi), del Requiem in RE minore K626 di Wolfgang Amadeus Mozart.
Esibizione, che sarà caratterizzata dal particolare accompagnamento del pianoforte a quattro mani, dalla trascrizione dallo spartito per orchestra sinfonica di Carl Czerny.
Un'opera monumentale, il Requiem di Mozart, l'ultima e incompiuta del musicista di Salisburgo, che come ha evidenziato la direttrice del polifonico, Malagnin, a differenza di altre composizioni del suo genere rappresenta un inno alla vita.
Inno alla vita, che è l'ultimo lavoro del musicista definito 'l'eterno bambino' proprio per la freschezza delle sue musiche.