20 settembre 2017
Aggiornato 23:30
A Pordenone

Siglato il 'patto per il lavoro' per gli ex lavoratori di Ideal Standard

Il protocollo prevede una formazione dei disoccupati mirata alle esigenze specifiche espresse dal mondo del lavoro pordenonese nonché la promozione dell'autoimprenditorialità

LA firma dell'accordo con l'assessore Panariti (© Diario di Pordenone)

PORDENONE - E' stato firmato a Pordenone il 'patto per il lavoro' tra la Regione, Unindustria Confcooperative e sindacati a favore degli ex dipendenti dell'Ideal Standard di Orcenico.
Il protocollo, esaminato dai sottoscrittori già nei giorni scorsi e giunto all'atto conclusivo, prevede una formazione dei disoccupati mirata alle esigenze specifiche espresse dal mondo del lavoro pordenonese nonché la promozione dell'autoimprenditorialità. A ciò si associa la verifica della possibilità di accompagnamento, con il sostegno degli ammortizzatori sociali in deroga, della riqualificazione per coloro i quali hanno già esaurito i benefici previsti dagli ammortizzatori sociali 'ordinari' nonché incentivi alle assunzioni dei lavoratori provenienti dalle aree di crisi regionale. Il tutto attraverso il monitoraggio continuo sullo stato di attuazione dell'attività, compiuto da un tavolo tecnico regionale. A beneficiare del 'patto' saranno, in prima battuta, circa 120 persone.

Due i passaggi importanti ribaditi dall'assessore Panariti nel corso dell'incontro di quest'oggi. Il primo riguarda la mobilità in deroga, che viene assegnata per altri due mesi ai lavoratori, con decorrenza dal 2016. I beneficiari verranno contattati singolarmente dall'Agenzia regionale per il lavoro, la quale ricorderà loro che per poter accedere alla misura di sostegno al reddito, dovranno iniziare a frequentare un corso di riqualificazione prima del 31 dicembre. A tal proposito saranno poi gli enti di formazione a indicare agli interessati quali siano le figure professionali richieste dal mercato e quindi a proporre i relativi corsi. Solo una volta avviata la frequenza, i lavoratori potranno usufruire della mobilità in deroga, richiesta quest'ultima che dovrà essere presentata all'Inps - anche con il supporto dei patronati - entro il 28 febbraio del 2017.

Il secondo passaggio sul quale Panariti ha posto l'attenzione è stato quello legato ad una misura generale di incentivazione alle assunzioni indirizzata alle aziende e che potrà interessare anche gli ex lavoratori dell'Ideal standard. L'obiettivo è finalizzato all'assunzione a tempo indeterminato dei disoccupati e che quindi potrà agevolare anche la ricollocazione di quanti hanno operato nello stabilimento di Orcenico.
«Sulla vicenda dell'ex Ideal Standard - ha detto l'assessore Panariti al termine dell'incontro - la Regione continua ad essere presente. Il protocollo firmato oggi dimostra l'attenzione che questa giunta pone di fronte al problema dei lavoratori che operavano a Orcenico, ancora senza occupazione, mettendo in campo percorsi per favorire la loro ricollocazione. Dal 2014 a oggi abbiamo seguito costantemente la vicenda, trovando di volta in volta delle soluzioni. L'accordo di oggi segna un ulteriore passo in avanti a favore degli ex dipendenti dell'azienda pordenonese».

Per quanto riguarda i due mesi di mobilità in deroga, l'assessore regionale ha ricordato di aver portato al Tavolo regionale di Concertazione la modifica in tal senso dell'intesa sugli ammortizzatori sociali in deroga, ottenendo l'approvazione delle parti sociali. «Ora - ha aggiunto Panariti - chiediamo la collaborazione delle organizzazioni sindacali; anche loro dovranno informare tempestivamente gli interessati sulla possibilità di presentare la domanda entro il 28 febbraio e inoltre dare sostegno ai disoccupati per l'iscrizione ai percorsi di politica attiva del lavoro».
«Tutto ciò - ha concluso Panariti - non esaurisce il nostro impegno verso questi lavoratori; il tavolo di monitoraggio del protocollo, che seguirà in prima persona, verificherà con costanza l'andamento degli interventi previsti». Quest'ultimo organismo si riunirà a metà dicembre.