19 agosto 2018
Aggiornato 03:30

Telesca, il ruolo dell'associazionismo è importante per la sanità in Fvg

Le logiche di welfare intraprese superano l' aspetto assistenziale in direzione della collaborazione con enti ed associazioni del territorio, a tutto vantaggio del sistema regionale

SPILIMBERGO - «In Friuli Venezia Giulia è nata la rivoluzione legata alla chiusura degli ospedali psichiatrici.
L'esempio dell'associazione Artsam ddn onlus dimostra come quel percorso avviato allora si sia evoluto in modo positivo, creando forme innovative che vanno nella direzione del concetto di salute che noi vorremo»
. Lo ha affermato l'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca partecipando al convegno svoltosi a Spilimbergo, organizzato dall'Associazione regionale per la tutela della salute mentale durante e dopo di noi.

Il sodalizio, presieduto da Sabina Capuzzello, è impegnato nella gestione di gruppi di convivenza non istituzionalizzati
all'interno di alcuni appartamenti presenti in provincia di Pordenone. In queste residenze vivono persone che soffrono
patologie legate alla salute mentale, con il fine dell'autonomia e della piena integrazione sociale. L'associazione ha avviato 11 case tra Spilimbergo, Azzano Decimo, Sacile e Pordenone, che danno ospitalità a 45 persone.

Nel suo intervento l'assessore regionale ha evidenziato l'importanza del ruolo svolto dall'associazionismo anche
nell'ambito della riforma sanitaria in Friuli Venezia Giulia. «Le logiche di welfare che stiamo portando avanti - ha detto Telesca - superano il mero aspetto assistenziale e vanno sempre più in direzione della collaborazione con enti ed associazioni del territorio, a tutto vantaggio del sistema regionale. Attività come quella portata avanti da Artsam ne sono un esempio concreto, che trovano il pieno sostegno e appoggio della Regione».

Per Telesca queste iniziative ricoprono un ruolo di primaria importanza nella sanità del Friuli Venezia Giulia «trovando piena risposta - ha detto l'assessore - anche all'interno del piano per la salute mentale. In questo ambito è di fondamentale importanza la trasversalità dei rapporti tra azienda sanitaria, associazioni e famiglie delle persone con patologie psichiche. Sodalizi come Artsam rappresentano l'anello di congiunzione tra la società e le aziende sanitarie territoriali».

Infine Telesca ha voluto sottolineare come la legge nazionale sul 'dopo di noi' abbia assegnato al Friuli Venezia Giulia circa 1,8 milioni di euro. «La norma - ha detto l'assessore regionale - ha recepito, tra le attività da sostenere, iniziative molto simili a quelle portate avanti da Artsam. Ciò dimostra l'ottimo lavoro svolto dall'associazione regionale, che in questo settore ha dimostrato di guardare lontano, trovando riscontro sul corretto modo di agire all'interno della norma statale».