25 maggio 2017
Aggiornato 18:00
Presentazione domande dal 1 gennaio al 30 giugno 2017

Contributi per l’installazione di sistemi di sicurezza, pubblicato il bando

Rimborso delle spese sostenute da persone fisiche per l’acquisto, l’installazione e l'attivazione di sistemi di sicurezza presso la casa di abitazione e per eventuali spese professionali connesse

Il Comune di Pordenone ha pubblicato un bando per la concessione di contributi per il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e l’attivazione di sistemi di sicurezza (© Adobe Stock)

PORDENONE – Il Comune di Pordenone ha pubblicato un bando per la concessione di contributi per il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e l’attivazione di sistemi di sicurezza (ad esempio antifurto o videosorveglianza), oltre che per eventuali spese professionali connesse. Il bando si rivolge ai cittadini dei comuni di Pordenone e di Roveredo in Piano che intendono installare tali sistemi nella propria abitazione privata.

«Con questo bando, con fondi e vincoli stabiliti dalla Regione, mettiamo a disposizione un contributo utilizzabile per l'adozione di mezzi di difesa passiva per il contenimento e la tutela del fenomeno predatorio contro la proprietà privata» commenta l’assessore alla sicurezza Emanuele Loperfido. «Tramite l'utilizzo della tecnologia, con questo finanziamento a fondo perduto, si cerca di venire incontro alle crescenti richieste di maggior tutela da parte della cittadinanza». Inoltre i residenti potranno anche comunicare all’amministrazione le caratteristiche dell’impianto che installeranno, in maniera tale da aggiornare il Censimento della videosorveglianza in città e condividere queste informazioni con tutte le forze dell’ordine, quando dovesse essere necessario ricorrervi. «Da parte nostra come Amministrazione – continua Loperfido - continueremo sempre più ad utilizzare la tecnologia per dare sempre maggior apporto alla richiesta di maggior sicurezza, potenziando l’impianto di videosorveglianza comunale e investendo in strumenti innovativi».

Immobili interessati
Gli interventi ammessi devono essere eseguiti su immobili o porzioni di essi adibiti a residenza del nucleo familiare della persona che richiede il contributo. Sono esclusi gli interventi riguardanti le parti comuni dei condomini. Gli immobili devono trovarsi nel comune di Pordenone o Roveredo in Piano. Sono ammessi a contributo i sistemi antifurto, antirapina o antintrusione, i sistemi di videosorveglianza, porte e persiane blindate, grate e inferriate. Sono esclusi gli impianti di videocitofonia.

Requisiti
Requisiti del richiedente: al momento della presentazione della domanda, deve essere residente in Friuli Venezia Giulia da almeno 24 mesi, deve essere proprietario dell’immobile (o della porzione sul quale intende realizzare l’intervento) e avere un ISEE non superiore a ¤ 35.000,00. L’importo di spesa ammesso a contributo è compreso fra i mille e i tremila euro inclusa l’iva, mentre il contributo massimo erogabile è pari al 50% della spesa ammessa. Sono ammesse a contributo le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 maggio 2017.

Risorse disponibili
Le risorse complessivamente disponibili ammontano ad ¤ 152.832,41. Si tratta di un contributo regionale per la concessione dei finanziamenti previsti dall’articolo 4, comma 2, lettera e) della l.r. n. 9/2009 per l’installazione di sistemi di sicurezza presso case ed abitazioni private, di cui il Comune di Pordenone beneficia come capofila della forma collaborativa per lo svolgimento associato del servizio di Polizia locale tra i Comuni di Pordenone e Roveredo in Piano.

Bando e modulistica
La domanda va presentata al proprio comune di residenza dal 1° gennaio 2017 al 30 giugno 2017 in una delle modalità descritte nel bando: consegna a mano, raccomandata con ricevuta di ritorno, posta elettronica certificata.
Il bando e la modulistica sono disponibili nel sito istituzionale del Comune di Pordenone nella sezione dedicata a bandi e avvisi www.comune.pordenone.it/bandi