14 dicembre 2017
Aggiornato 03:30
si dovrà andare a udine

Piccin, patenti, la Regione accentra tutto

La consigliera di Forza Italia intende presentare un'interrogazione alla Giunta per fare chiarezza

Piccin, patenti, la Regione accentra tutto (© Adobe Stock)

PORDENONE - «La follia accentratrice della Giunta Serracchiani non si placa e ha una nuova vittima: la visita per il rilascio delle patenti di guida». Così Mara Piccin, consigliere regionale di Forza Italia, denuncia i primi effetti della delibera n. 2187 della Giunta del 18 novembre 2016.

«La Giunta - afferma la consigliera azzurra - ha accentrato ad Udine l'esecuzione degli accertamenti neuropsicologici e psicodiagnostici per l'idoneità alla guida che una volta venivano eseguiti a livello territoriale: la necessità elettoralistica del risparmio pubblico ha come conseguenze la diminuzione dei servizi e l'aumento dei costi a carico dei privati».

La consigliera forzista continua: «In un'ottica di semplificazione, si poteva limitare l'invio a Udine ai soggetti
per i quali sia specificatamente richiesto il Vienna test system, anche perché ciò, unito al fatto che sono in aumento tali tipi di accertamenti, comporterà disagi anche per l'unità dell'Imfr Gervasutta»
.

La consigliera pordenonese conclude: «Presenterò alla Giunta un'interrogazione per capire se sono stati fatti i dovuti calcoli in termini di costi/benefici a carico della popolazione e quali altri servizi sanitari saranno oggetto di accentramento».