20 settembre 2017
Aggiornato 23:30
Proposta sperimentale

NovitÓ a scuola, a pranzo ci sarÓ anche il men¨ vegetariano

L’ampliamento dell’offerta soddisferÓ le richieste dei genitori e manterrÓ la corretta alimentazione dei ragazzi in etÓ scolare. Per sostituire i pasti tradizionali sarÓ sufficiente una richiesta scritta

NovitÓ a scuola, a pranzo ci sarÓ anche il men¨ vegetariano (ę Shutterstock | valbar)

MANIAGO – Il debutto del menù vegetariano nelle scuole risale a questi ultimi giorni e nasce da una serie di richieste che alcune famiglie hanno avanzato alla commissione mensa. La decisione è toccata alla giunta la cui risposta è stata positiva, «in nome del rispetto delle diverse esigenze etiche e culturali dei nuclei familiari interessati». La notizia è stata anticipata dal Messaggero Veneto. 

Decisione tutelata dal Ministero della salute
Un pasto che non contempli l’uso di carni è 'tutelato' dalle direttive nazionali del Ministero della Salute in materia di ristorazione scolastica; queste consentono una diversificazione dei menù: alcuni alimenti possono essere sostituiti a discapito di altri a seconda che sussistano ragioni etiche, religiose o culturali. Le sostituzioni possono essere formulate con una richiesta scritta dei genitori, senza bisogno di fornire un certificato medico.

Supervisione dell'Azienda sanitaria
Sulla base di queste considerazioni l’amministrazione Carli ha dato il via libera alla sperimentazione del menù vegetariano nelle scuole di Maniago. Il servizio sarà gestito da Sedexo, la ditta responsabile della ristorazione scolastica, e opportunamente concordato con l’Azienda sanitaria 5.