25 maggio 2017
Aggiornato 18:00
Modifiche entro il 31 marzo 2018

Pordenone pronta al restyling, centro città verso il cambiamento

In un’ottica di riqualificazione e rilancio urbanistico gli esercenti dovranno togliere o sostituire gli arredi non in regola. Il regolamento entrerà in vigore in un paio di mesi. Sono previsti sgravi fiscali per chi si adegua

Pordenone pronta al restyling, centro città verso il cambiamento (© Adobe Stock)

PORDENONE - È stata presentata in questi giorni e sarà approvata entro marzo la bozza di regolamento per il cambiamento degli arredi esterni dei bar, ristoranti e locali del centro storico cittadino. Nonostante l’immediata entrata in vigore i lavori partiranno con il 2018 grazie ai contributi di un fondo comunitario. Un vero e proprio rilancio del centro che interesserà i corsi Vittorio Emanuele II e Garibaldi, le piazze XX Settembre, Risorgimento e Lozer a Torre, il resto delle aree adiacenti al centro storico con vicoli e piazze all’interno del ring e l’extraring.

Regole per il restyling urbanistico
A seconda della centralità, definita e suddivisa in quattro zone, gli arredi esterni ammessi dovranno essere: a basso impatto, con coperture chiudibili (ad esempio con tenda) o eventuali ombrelloni, con pannelli trasparenti, fioriere agli angoli, funghi per il riscaldamento invernale; pedane in legno solo se necessarie per neutralizzare la pendenza. In alcune zone sono ammessi anche arredi più evoluti purchè improntati a criteri di leggerezza e trasparenza visiva (ad esempio strutture fisse con pedana aperta o chiusa ai lati con pannelli e fioriere). All’interno del ring i colori degli arredi potranno avere tre tonalità: grigio, marrone e beige, gli ombrelloni dovranno essere coordinati di conseguenza. È fatta specifica richiesta di prestare attenzione ai materiali, banditi gli arredi in plastica tipo sagra, e alla loro collocazione: dovranno essere inseriti armoniosamente all’interno del contesto pubblico, ordinati tra loro e di aspetto gradevole.

Il risultato al quale l’amministrazione comunale mira è quello di ottenere un’immagine cittadina più armoniosa, esteticamente piacevole e il più possibile coordinata tra i vari esercizi.

Sgravi fiscali
Sconto significativo per i prossimi 5 anni sulla tassa per l'occupazione del suolo pubblico (Tosap) per coloro che decideranno di adeguarsi alle richieste stabilite dal Comune e provvederanno tra quest’anno e il prossimo a sostenere i costi per rinnovare le loro attività. Sgravi fiscali come incentivo al cambiamento, recuperi dal 50 al 100 per cento della spesa (purchè non si superi il costo dell’investimento). La richiesta per ottenerli dovrà essere presentata prima dell’inizio dei lavori.

Riqualificazione 
Gli interventi di riqualificazione quali asfaltatura e illuminazione delle strade di accesso alla città partiranno da aprile 2018 una volta conclusi i lavori di adeguamento degli arredi.