21 settembre 2018
Aggiornato 18:00

Topi nella casa dei migranti, aperta un'indagine

La situazione è cominciata a farsi preoccupante dopo alcune situazioni di malessere degli ospiti dell'abitazione destinata ai richiedenti asilo
Topi nella casa dei migranti, aperta un'indagine
Topi nella casa dei migranti, aperta un'indagine (Adobe Stock)

MANIAGO – Indagini in corso alla casa del Dandolo a causa delle diverse segnalazioni per la presenza di topi. L’abitazione, gestita dalla cooperativa Sviluppo e lavoro di Belluno, dà accoglienza a 14 richiedenti asilo, alcuni dei quali accusano da qualche tempo problemi gastrointestinali, giramenti di testa e debolezza. Le denunce che sono state avanzate alla procura della Repubblica hanno lo scopo di verificare la situazione igienico-sanitaria alla luce dei recenti episodi e grazie alla segnalazione di un ragazzo che vive nella casa che conferma la presenza di topi già da qualche tempo.

Indagini dell'Aas5
Le prime verifiche, come è stato anticipato dal Messaggero Veneto, sono iniziate ieri da parte dell’Aas5 e hanno riguardato le stanze della casa e l’interno del mobilio presente, poi tra qualche settimana ci sarà una seconda ispezione più accurata. Nel primo sopralluogo sono state rilevate le presenze del roditore all’interno dei mobili della cucina: pacchi di farina e riso presentavano segni caratteristici delle fauci e nella teglia da forno c’erano degli escrementi. A questo punto è stato consigliato di spostare alcuni mobili e sono state date delle indicazioni su come fare le pulizie; le prossime verifiche analizzeranno che i suggerimenti degli esperti della prevenzione siano stati rispettati e controlleranno l’andamento della situazione.

Attività di bonifica
Nel frattempo la cooperativa che gestisce l’accoglienza della casa ha affidato a una ditta specializzata la deratizzazione e sanificazione ambientale dell’area interna ed esterna all’immobile per tenere sotto controllo la situazione ed eliminare la presenza dei topi.