23 ottobre 2017
Aggiornato 10:00
A Gennaio e nei prossimi mesi

Numerosi programmi in calendario per il “Giorno della Memoria”

In occasione della ricorrenza del 27 gennaio nel pordenonese si celebrano numerose iniziative frutto della collaborazione tra gli assessorati all’istruzione, alle politiche giovanili e alla cultura e con il contributo di vari istituti scolastici

Numerosi programmi in calendario per il “Giorno della Memoria” (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - Il Giorno della Memoria che ricorre il 27 gennaio, si celebra con numerose iniziative frutto della collaborazione tra gli assessorati all’istruzione, alle politiche giovanili e alla cultura e con il contributo del Liceo Leopardi Majorana, degli Istituti comprensivi Sud, Torre, Centro e Rorai Cappuccini, dell’Aned IT, di 47/04, Cinemazero, Ass Aladura e del Circolo Augusto del Noce.

Il programma degli eventi
Mercoledì 25 alle 18 in Biblioteca civica sarà presentato il volume 'La passeggera di Mieczyslaw Wienberg: un omaggio a tutte le vittime dell’antisemitismo' a cura di Anna Giust.
Mercoledì 1 febbraio alle 9.30 l’Ass Aladura nel Duomo San Marco curerà l’incontro aperto alle scuole sul tema 'Testimoni della Shoah. La storia delle sorelle Tatiana e Andra Bucci', deportate ad Auschwitz e Birkenau, ed il giorno dopo venerdì 3 febbraio alle 18 nella saletta incontri dell’ex convento di San Francesco verrà presentato il libro 'Ravensbruck' di Ambra Laurenzi con al partecipazione della madre M.Stanzione ex deportata.

Venerdì 7 gennaio
Il culmine della settimana del Giorno delle Memoria sarà naturalmente venerdì 27 gennaio che si aprirà alle 9.30 con la deposizione della corona al Monumento del Deportato in piazza Maestri del lavoro con l’intervento del Sindaco Alessandro Ciariani, l’indirizzo di saluto della presidente provinciale dell’Associazione Italia-Israele e la testimonianza del presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Ex d Deportati Politici. Alle 10 seguirà un’analoga cerimonia nel cortile della già Provincia in Corso Garibaldi presso la targa commemorativa del 'Giorno della Memoria' e subito dopo, nella sala consiliare dell’ente soppresso saranno consegnate le medaglie d’onore. Alle 11 concerto in Duomo con la partecipazione del coro stabile della scuola primaria 'A Rosmini', dell’orchestra e coro 'Cum Gaudio' della scuola media 'G Lozer', dei cori della 'P.P.Pasolini' e del 'Centro storico' e con l’orchestra 'Leopardi – Majorana'. Le formazioni proporranno canzoni popolari ebraiche, melodie tradizionali yiddish, musiche di J.S.Bach, brani di V. Sivilotti, A. Cardaio, M. Spaccazocchi, E. Botbol, soundtrack del film 'La famiglia Belier' e arrangiamenti di M. Sofianopulo.

«Tuttavia il pur intenso dinamismo commemorativo – precisa Alessandro Basso a cui il sindaco Alessandro Ciriani ha delegato la gestione delle attività legate all’istruzione e al coinvolgimento del mondo scolastico per arricchire ed incrementare il tessuto culturale e sociale della città - non si esaurisce in questi appuntamenti; infatti abbiamo organizzato visite di istruzione, incontri con ex deportati, proiezioni di film e documentari e una mostra fotografica, al fine di sensibilizzare gli studenti alla conoscenza degli eventi storici e tragici vissuti dalla nostra città e più in generale dal territorio».

In questi mesi in programma anche visite scolastiche
Tra gennaio e febbraio per tutte le classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, sono in programma visite guidate ai luoghi della città significativi per la deportazione pordenonese come l’area delle ex caserme in Via Montereale, l’albergo Moderno, il Castello che ospita il carcere, le 'casermette' di Via Molinari dove sarà proiettato un filmato realizzato dall’Aned. Nelle scuole inoltre si terranno incontri con le testimonianze di reduci deportati. Per le classi terze della scuola primaria di primo grado, in febbraio e marzo l’Amministrazione comunale metterà a disposizione propri mezzi per un viaggio di istruzione a Trieste con la visita alla Risiera di San Sabba, al nuovo museo della guerra per la pace, nei luoghi ebraici della città, al Teatro romano, alla Sinagoga e al Campo di Gonars.

'Matinèe' al Cinemazero
Dal 23 al 28 gennaio Cinemazero curerà dei matinée di proiezioni indirizzate agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole primarie e a tutte le classi delle secondarie di primo e secondo grado mentre fino al 6 febbraio sarà aperta la mostra fotografica 'Sintomi – Ritorni: fotografie da Terezin' di Claude Andreini allestiva al primo piano della Biblioteca civica di Piazza XX Settembre e visitabile il lunedì dalle 14 alle 19 e da martedì a sabato dalle 9 alle 19.
«Siamo particolarmente soddisfatti - conclude Basso - di aver dato nuovo impulso a collaborazioni trasversali per le celebrazioni della Memoria e di aver fatto uscire questi eventi dalla singola giornata creando una proposta organica e strutturata per la città e il territorio, con un intenso e proficuo apporto di vari soggetti istituzionali e degli uffici».