23 agosto 2017
Aggiornato 19:00
In viaggio nella preistoria

Museo archeologico di Torre: laboratorio per i bambini

Domenica 5 febbraio, dalle 16.30, verrà organizzato un affascinante percorso tra i reperti preistorici per ricostruire la vita delle più antiche genti che popolarono il nostro territorio

Museo archeologico di Torre: laboratorio per i bambini (© AdobeStock | johoo)

PORDENONE - Domenica 5 febbraio, dalle 16.30, verrà organizzato un affascinante percorso tra i reperti preistorici del Museo archeologico del Friuli occidentale, per ricostruire la vita delle più antiche genti che popolarono il nostro territorio; dai cacciatori paleolitici agli abitanti delle palafitte di Palù di Livenza. Un’ora e mezza di visita guidata a beneficio degli adulti alle sezioni museali specifiche, quindi focalizzazione sui reperti e sulle attività della Preistoria. Dagli strumenti come punte di freccia, coltelli, punteruoli e grattatoi che i cacciatori del Paleolitico costruivano per cacciare gli animali, per preparare le pelli degli animali cacciati e per costruire altri strumenti in osso ai resti in ceramica e legno che gli uomini del Neolitico costruivano per contenere il cibo e prodotti dell'agricoltura e dell'allevamento.

La novità
Ma anche macine per ottenere farine dai cereali, pesi da telaio per tessere fibre vegetali, 'timbri' (=le cosiddette 'pintadere') per dipingere la pelle o i tessuti, vaghi di collana o bracciali primitivi per indicare una posizione di prestigio all'interno della società. La novità rilevante di questa edizione riguarda le famiglie e i più piccoli. Infatti sarà allestito un laboratorio di archeologia sperimentale dedicato alle tecniche di macinazione dei cereali. Per entrambe le attività sono previste un massimo di 25/30 persone al fine di consentire una visita efficace e riflessiva. La visita guidata e il laboratorio per i ragazzi sono gratuiti ed in biglietto d’ingresso è di 1 euro per persona adulta.