21 agosto 2017
Aggiornato 10:00
Il confronto con il territorio

Bolzonello incontra gli amministratori di Casarsa

La realizzazione sia di una rotonda tra la statale Pontebbana e la provinciale della Val d'Arzino sia di un sottopasso ciclopedonale adiacente: sono due delle richieste avanzate dai rappresentanti del Comune

L'incontro a cui ha partecipato il vicepresidente Bolzonello (© Regione Friuli Venezia Giulia)

CASARSA DELLA DELIZIA - La realizzazione sia di una rotonda tra la statale Pontebbana e la provinciale della Val d'Arzino sia di un sottopasso ciclopedonale adiacente. Ma anche la riqualificazione della barchessa del nuovo stabile del Comune. Sono stati questi solo alcuni degli argomenti al centro dell'incontro svoltosi nel municipio di Casarsa tra il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello e la giunta comunale.
Oltre al sindaco Lavinia Clarotto, erano presenti anche il vicesindaco Fernando Agrusti, l'assessore alla Cultura Francesco Colussi, l'assessore ai Lavori Pubblici Stefano Cozzarini e l'assessore alla Sanità Alessandro di Lorenzo.

Al vicepresidente della Regione è stata fornita una panoramica completa delle iniziative che vedono impegnata l'amministrazione comunale in diversi ambiti. Tra questi figurano anche l'avvio dei servizi e delle attività di prevenzione del nuovo Centro di assistenza primaria (Cap), che la Regione sta istituendo in diversi punti del territorio e che a Casarsa troverà spazio nell'edificio dell'ex municipio. Quindi il completamento dei
lavori di ristrutturazione dell'ex consorzio agrario, dove verranno ricavati la mensa e gli uffici dell'istituto comprensivo Pier Paolo Pasolini così come la nuova aula magna. Quest'ultima, insieme alla sala polifunzionale, sarà messa a disposizione anche del pubblico e delle associazioni.

Per quanto riguarda le opere viarie, l'amministrazione ha specificato che la realizzazione della rotonda e del sottopasso hanno come obiettivo quello di ridurre i livelli di smog e di agevolare il traffico, rendendo inoltre sicuro il transito di pedoni e ciclisti. In merito alla barchessa all'interno di palazzo Burovich de Zmajevich, il sindaco Clarotto ha fatto sapere che nel giro di un mese sarà pronto il progetto esecutivo che prevede la riqualificazione dello stabile. Al primo piano dell'edificio è prevista la realizzazione di uno spazio espositivo dedicato in particolare alle figure di Pier Paolo Pasolini ed Elio Ciol mentre il pian terreno sarà utilizzato per la promozione dei prodotti enogastronomici del territorio.
Inoltre, a seguito della donazione al Comune di Casarsa di 500 fotografie da parte del fotografo Elio Ciol, l'amministrazione comunale ha espresso il desiderio di portare in uno spazio espositivo della regione la mostra del grande artista friulano a Roma.

«I progetti illustratimi da sindaco e giunta - ha detto Bolzonello al termine dell'incontro - sono molto interessanti e vanno nella stessa direzione intrapresa dalla Regione: riqualificare i centri storici, recuperare gli spazi dismessi per ampliare l'offerta turistica e culturale e mettere in sicurezza la struttura della viabilità. Ora cercheremo di portare avanti insieme un progetto per rendere tutto questo possibile».