24 ottobre 2017
Aggiornato 06:00
Commercio tra tradizione e innovazione

Trentasei locali storici per il centro storico di Pordenone

Consegnato l’attestato di locale storico alla Tabaccheria Feletto Primo di corso Vittorio Emanuele

Trentasei locali storici per il centro storico di Pordenone (© Comune di Pordenone)

PORDENONE – Trentasei locali storici, il primo dei quali fondato nel 1867, un’anzianità media dell’attività commerciale che sfiora il secolo (95 anni), ripartita su dieci settori di attività commerciale: sono i numeri del patrimonio del centro città di Pordenone illustrato in Cciaa il 7 febbraio durante la conferenza stampa convocata per la consegna dell’attestato di locale storico alla Tabaccheria Feletto Primo di corso Vittorio Emanuele. 

Tradizione e innovazione
«Ben trentaquattro dei trentasei locali - è stato detto da Luca Penna, direttore di ConCentro, l’Azienda speciale della Camera di Commercio cittadina - sono insediati nella direttrice che collega i corsi Vittorio Emanuele e Garibaldi». Tradizione e innovazione, peraltro, visto che la presenza sui social – che ha piacevolmente sorpreso – è del 72% (Facebook, utilizzato con forte dinamicità sia per promuovere l'attività sia per creare affiatamento con la propria clientela, c’è chi ha oltre i 5.300 like) e del 55 percento con un sito proprio. Numeri importanti e anche un contributo prezioso del locale storico allo sviluppo del turismo cittadino – e, di riflesso, di tutta l’area – grazie alla penetrazione che anche queste piccole attività riescono ad avere sui siti recensivi come Trip Advisor. Numeri e circostanze che hanno persuaso le Istituzioni, capofila ConCentro e Comune di Pordenone, a elaborare un massiccio progetto di promozione dei locali storici con attenzione specifica alla qualificazione delle aziende, del personale, dello sviluppo sul web e sui social network, sempre con corsi gratuiti. In cima alla lista delle priorità anche il tema della accessibilità che viene perseguito con il Comune, ha aggiunto Penna, da oltre un anno. Annunciato infine per i prossimi mesi un concorso a premi per attirare l'attenzione dei cittadini.

Lungimiranza
Silvano Pascolo, amministratore unico di ConCentro, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio, ha parlato di vitalità del cuore cittadino «nonostante la presenza importante della grande distribuzione che, è risaputo, tende a spostare il baricentro geografico degli interessi della clientela». La digitalizzazione delle piccole attività conferma, secondo Pascolo, la lungimiranza di chi le conduce ora e di chi, in passato, innovando in altro modo, ne ha garantito la prosecuzione nel tempo. Pascolo ha infine ringraziato i partner, in particolare la Regione, sottolineando di come la coesione istituzionale sita offrendo ottimi risultati.