23 agosto 2017
Aggiornato 19:30
Un bel gesto

Despar Nordest dona 14.607 euro alla Onlus 'Via di Natale' di Aviano

L’associazione si occupa del sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie. Il denaro è frutto della vendita delle ceste natalizie 'Sostieni la Ricerca, regala la Speranza'

La consegna dell'assegno (© Aspiag)

PORDENONE - Ammonta a ben 14.607 euro il ricavato della vendita delle ceste 'Sostieni la Ricerca, regala la Speranza', disponibili nel periodo natalizio in tutti i supermercati Despar, Eurospar e Interspar gestiti da Aspiag Service (la concessionaria Despar per il Nordest) in Friuli Venezia Giulia. La somma è stata consegnata il 7 febbraio presso l’Eurospar in viale Venezia a Pordenone ai responsabili della Onlus 'Via di Natale' con sede ad Aviano.Oltre ai rappresentanti dell’associazione e ai vertici di Despar, era presente anche l’Assessore al Commercio del Comune di Pordenone, Emanuele Loperfido.

Nata nel 1977 da un’intuizione di Franco Giallini (scomparso nel 2001) e della moglie Carmen, la Onlus 'Via di Natale' è all’origine del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, all’avanguardia in Europa per la ricerca e la cura dei tumori. Attualmente si occupa del sostegno ai malati e alle loro famiglie, che spesso devono affrontare lunghi e difficili periodi di trasferta per stare vicino ai loro cari. «Per noi questa è l’occasione di esercitare una volta di più la nostra responsabilità sociale d’impresa», spiega Tiziana Pituelli, responsabile marketing di Despar per il Friuli Venezia Giulia. «Come azienda siamo consapevoli di avere un importante ruolo sociale, e siamo onorati di affiancare una realtà preziosa come 'Via di Natale', che offre un servizio così essenziale e pieno di umanità».

Le strenne 'Sostieni la Ricerca, regala la Speranza' hanno prodotto buoni frutti anche nelle altre regioni in cui Despar Nordest è presente: il ricavato in Veneto ed Emilia Romagna è stato interamente devoluto alla Fondazione Città della Speranza e servirà a coprire un anno di lavoro di un ricercatore, mentre quanto raccolto in Trentino Alto Adige aiuterà l’associazione Peter Pan Onlus, che si occupa dell’assistenza ai bambini malati di tumore e alle loro famiglie.