25 settembre 2017
Aggiornato 13:30
40 mila euro di spesa

Un accordo con l'Università di Trieste per lo studio sul Livenza

Approvato uno schema per la realizzazione di uno studio dei sedimenti del bacino idrografico del Livenza, in particolare del Cellina e del Meduna

PORDENONE - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente, Sara Vito, ha approvato uno schema
di accordo con l'Università degli studi di Trieste per la realizzazione di uno studio dei sedimenti del bacino idrografico
del Livenza, in particolare del Cellina e del Meduna.

«L'accordo - spiega l'assessore Vito - consentirà di prevedere la realizzazione e la promozione di studi, ricerche, rilievi, modelli, elaborazioni e ogni attività tecnico-scientifica, finalizzati alla conoscenza delle risorse idriche superficiali, e in particolare del trasporto solido dei corsi d'acqua e del bilancio sedimentologico del bacino idrografico».
«L'obiettivo - precisa l'assessore - è quello di poter predisporre il programma di gestione dei sedimenti a livello di
bacino idrografico, in quanto strumento conoscitivo, gestionale e di programmazione di interventi, relativo all'assetto morfologico dei corridoi fluviali del bacino del Livenza»
.

L'accordo, che prevede una spesa massima di 40 mila euro, sarà stipulato con il Dipartimento di matematica e geoscienze dell'ateneo di Trieste.

La ricerca sarà effettuata lungo il fiume Meduna, da ponte Meduno a ponte Maraldi, lungo il torrente Colvera, dalla confluenza con il fiume Meduna fino a Maniago, lungo il torrente Cellina, dalla confluenza con il fiume Meduna fino a Ravedis e da monte del lago di Barcis fino a Claut, e lungo il torrente Cimoliana dalla confluenza con il fiume Cellina fino a Cimolais.

L'analisi sarà compiuta in particolare sulle caratteristiche granulometriche dei materiali presenti in alveo, anche tramite metodologie innovative.