25 maggio 2017
Aggiornato 06:30
adesioni aperte fino al 6 aprile

Giro d’Italia, il Comune di Pordenone è a caccia di partner

Si cercano finanziatori per gli appuntamenti legati all’arrivo del Giro in città. Ciriani e De Bortoli: «Evento storico per Pordenone, giochiamo assieme questa partita. Occasione di grande visibilità per gli sponsor»

Giro d’Italia, il Comune di Pordenone è a caccia di partner (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - Il Comune cerca partner per finanziare gli eventi e le iniziative tra aprile e maggio legati all’arrivo a Pordenone del 100esimo Giro d’Italia, sabato 27 maggio. L’appuntamento è di quelli storici, una grande manifestazione sportiva con ricadute economiche, turistiche, alberghiere e di visibilità mediatica. Attese migliaia di persone tra atleti, addetti ai lavori, spettatori, media nazionali e internazionali, tanto più che la ventesima e penultima tappa, la Pordenone-Asiago, sarà probabilmente decisiva per l’attribuzione della Maglia Rosa.

«Opportunità da giocare insieme»
Per promuovere e preparare la città, il Comune ha appunto allestito un fitto programma di eventi collaterali tra mostre, iniziative sportive amatoriali, concerti, spettacoli e enogastronomia. A tenere le fila l’assessore allo sport Walter de Bortoli e il sindaco Alessandro Ciriani. «E’ un’opportunità che il territorio deve giocare bene, con risultati positivi per tutti – affermano i due amministratori - per questo facciamo appello allo spirito di squadra e chiediamo a imprese e enti di partecipare a questa partita».  A fronte della sponsorizzazione - in denaro o in beni, servizi e altre utilità, oppure un mix di entrambe le formule - lo sponsor potrà inserire il suo marchio nei materiali di comunicazione e promozione degli eventi stessi divulgati dal Comune in qualsiasi modo, oltre che sul sito web dell’ente.

Grande visibilità per gli sponsor
«Il Giro d’Italia è una vetrina senza paragoni» continuano Ciriani e De Bortoli snocciolando i dati forniti dal gruppo Rcs Rizzoli che organizza e coordina il Giro d’Italia a livello nazionale. In effetti nel 2016 la 'corsa rosa' ha garantito alle aziende-sponsor di entrare in contatto live con 12,6 milioni di persone coinvolte nell’evento, 184 paesi collegati nel mondo con una audience media giornaliera di 1 milione 753 mila. Peraltro il record di telespettatori si è registrato proprio in occasione della 20esima tappa con uno share medio del 27,5 per cento. Su internet le pagine viste sono state 73 milioni (+ 22 per cento sul 2015) e 2 milioni le persone collegate tramite social. Numeri impressionanti che possono essere replicati e superati visto che non stiamo parlando di un’edizione qualsiasi, ma del centenario. A proporsi come sponsor possono essere persone e singoli imprenditori, imprese, enti e istituzioni, fondazioni, cooperative. Le proposte saranno valutate da una commissione ad hoc sulla base maggior finanziamento. Prevista anche la possibilità di diventare main sponsor.

Eventi collaterali
Diversi gli eventi in programma da sponsorizzare: la mostra 'Biciclette, che passione!' con l’esposizione di biciclette d’epoca, maglie storiche di ciclisti pordenonesi come Ottavio Bottecchia, Gino Pancino, riviste di ciclismo e cimeli vari.
Nell’ambito delle attività sportive amatoriali sono in programma le pedalate in rosa 'Bimbinbici' e 'Mamma sono arrivato Uno!' con bambini e famiglie per le vie del centro città e prove di abilità in bicicletta per i più piccoli in collaborazione con la Federazione ciclistica italiana.
In calendario anche la rassegna 'Pordenone Viaggia', una serie di incontri e mini concerti dedicati al mondo dei viaggi, anche in bicicletta.
Non manca l’enogastronomia con la rassegna 'Streeat food', il cibo da strada di qualità dei migliori ambulanti italiani. Molto atteso anche il doppio appuntamento con l’intitolazione dell’interno di piazza Risorgimento a Demetrio Moras e l’asta-evento nella stessa piazza delle biciclette abbandonate e giacenti nei magazzini comunali, un centinaio di mezzi, settanta dei quali in ottimo stato. Il ricavato verrà utilizzato dal Comune per iniziative a sostegno delle famiglie bisognose.
Per quanto riguarda gadgets e arredo urbano a tema sono previsti l’allestimento con fiori rosa di alcuni edifici comunali e delle rotonde stradali e la realizzazione di 1000 magliette con logo ufficiale 'Pordenone Città di tappa' da distribuire durante le manifestazioni sportive collaterali. Inoltre, l’amministrazione sta valutando la fattibilità di un concorso fotografico e di uno incentrato sui balconi cittadini in rosa.

Notte rosa
La vigilia della partenza, venerdì 26 maggio, ci sarà l’evento preparatorio clou: la 'Notte rosa' con una serie di animazioni e avvenimenti in città che culmineranno con il concerto in piazza Cavour dei 'Doctor and the Medics', storica band anglosassone degli anni ’80, il cui singolo 'Spirit in the Sky' ha venduto più di 25 milioni di copie in tutto il mondo. Il calendario degli eventi collaterali si aprirà venerdì 24 aprile al teatro Verdi con la presentata ufficiale della tappa pordenonese nell’ambito di una serata dedicata al 'pirata' Marco Pantani. Tale iniziative, però, non rientra tra quelle oggetto delle sponsorizzazioni chieste dal Comune, visto che a organizzarla è Rcs-Rizzoli.

Informazioni e adesioni
Le proposte di sponsorizzazione sono aperte fino alla mezzanotte del 6 aprile. L’avviso pubblico con le informazioni e la modulistica si possono scaricare su comune.pordenone.it/bandi. A disposizione per domande e chiarimenti anche l’email bertilla.fantin@comune.pordenone.it