Politica | lavori affidati al consorzio di bonifica cellina meduna

Destinati 500mila euro per la manutenzione del bacino di Ravedis

La somma è stata destinata per l'esecuzione dei lavori atti a garantire la regolazione del deflusso delle acque di piena del torrente Cellina

MONTEREALE VALCELLINA - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente ed Energia, Sara Vito, ha affidato per un anno al Consorzio di bonifica Cellina Meduna la gestione e la manutenzione del bacino di laminazione di Ravedis, sul torrente Cellina, in comune di Montereale Valcellina e ha destinato la somma di 500 mila euro per l'esecuzione dei lavori atti a garantire la regolazione del deflusso delle acque di piena del torrente Cellina.

Il bacino di Ravedis è stato realizzato a breve distanza dallo sbocco in pianura del torrente, a seguito dei disastrosi eventi alluvionali che interessarono il Friuli nel 1965 e nel 1966. E nel caso del Cellina colpirono la bassa pianura pordenonese. Per diversi problemi, i lavori di realizzazione si sono protratti per decenni e conclusi nel 2014.

Lo sbarramento costituisce uno dei punti cardine del Piano per la sicurezza idraulica del bacino del Livenza, sottobacino Cellina-Meduna, redatto dall'Autorità di bacino. Piano, che è stato predisposto dal Consorzio di bonifica Cellina-Meduna, in collaborazione con la Protezione civile, e adottato dalla Giunta regionale.

Le attività di manutenzione e gestione del bacino di Ravedis prevedono, tra l'altro: la sorveglianza e la guardiania continue dell'impianto, che dovrà essere rafforzata nei periodi di piena per il controllo del corretto funzionamento degli impianti, la sicurezza delle opere e l'esercizio della diga, l'acquisizione, elaborazione, controllo e analisi dei dati inerenti anche le misure in campo e i controlli del corpo della diga, il costante adeguamento del modello degli afflussi e dei deflussi del bacino da sottoporre a continua simulazione e aggiornamento.