23 agosto 2017
Aggiornato 19:30
il 3 aprile alle 18 in Municipio

Viale Marconi, lunedì incontro tra investitori e proprietari

Il Comune ha individuato un pacchetto di imprenditori interessati a insediarsi usufruendo delle agevolazioni fiscali e creditizie

PORDENONE - La ricerca di investitori per viale Marconi avviata in questi mesi dall’amministrazione Ciriani ha dato i suoi frutti. Tanto che per lunedì 3 aprile alle 18 il Comune ha convocato in Municipio un incontro tecnico tra imprenditori interessati a insediarsi e proprietari degli immobili ai piani terra. Parteciperanno anche associazioni di categoria, agenzie immobiliari, Uppi (unione piccoli proprietari) e il Confidi che cura le pratiche per l’accesso agevolato al credito.

L'appello del sindaco
«Se avete un’idea imprenditoriale o volete aprire un negozio fatevi avanti e potrete accedere alle agevolazioni fiscali e bancarie messe in campo dal Comune» era stato l’appello del sindaco, lanciato qualche settimana fa. Ora, appunto, l’incontro intitolato 'Rilanciamo viale Marconi' «un laboratorio per condividere idee, proposte, suggerimenti, progetti – spiegano gli assessori Cristina Amirante (viabilità) e Guglielmina Cucci – e per illustrare il pacchetto di benefit e azioni per riqualificare un'asse portante della nostra città, in un clima di confronto costruttivo e di partecipazione». Oltre a Amirante e Cucci, all’incontro saranno presenti l’assessore al commercio, Emanuele Loperfido, e alcuni funzionari per gli aspetti tecnici. Le trattative del Comune, alla regìa delle operazioni, sono in divenire ma in ogni caso sono state numerose le richieste di informazioni e c’è già un pacchetto di potenziali nuovi inquilini tra negozianti e altre attività, su cui per ora si preferisce mantenere la riservatezza.

Interventi in Viale Marconi
Come noto, la giunta Ciriani mette sul piatto una serie di interventi per viale Marconi e per chi vuole avviare in loco la propria attività. Con l’approvazione del bilancio 2017 è già operativo il dimezzamento dell’Imu per due anni in via sperimentale, anche per i negozi già insediati. Dimezzata anche la Tosap, per 5 anni, a chi rinnova i propri arredi esterni in linea con i canoni estetici del nuovo regolamento (lunedì verrà portato in consiglio comunale per l’approvazione). E si sono fatte avanti anche alcune banche per aderire a quell’alleanza, auspicata dal sindaco Ciriani, tra istituzioni e sistema creditizio per concedere finanziamenti agevolati, fino a a tasso zero, a chi apre una nuova attività in città, ristruttura i locali, rinnova le attrezzature: un progetto che vale per tutta la città, ma che è pensato in particolare per le aree più in crisi, e che riguarda negozi, servizi artigianali, studi professionali e titolari di partita iva in generale. C’è, inoltre, l’intenzione di attivare un bando per l’assegnazione dei crediti edilizi previsti dal piano regolatore.

Riqualificazione urbanistica
E poi, su tutto, la riqualificazione urbanistica del viale, i cui lavori dovrebbero cominciare a fine 2017. In programma, come noto, l’introduzione del doppio senso, i parcheggi su ambo i lati (in parte a disco orario e in parte a pagamento), l’installazione a centro strada di un’aiuola fissa spartitraffico e dell’illuminazione. Tra gli interventi anche gli scavi per risolvere le perdite della roggia di alimentazione del laghetto San Giorgio e il lavaggio approfondito di portici e colonne che sarà effettuato una volta acquistata la nuova lavasciuga speciale, entro il 2017.

Housing sociale
Il Comune sta anche interessandosi a cercare una soluzione per il palazzo La Murrina, ora sul mercato. Lo stabile appartiene a un privato e necessita di ristrutturazioni. L’idea dell’amministrazione è destinarlo a housing sociale per persone e famiglie con determinati requisiti Isee. Tra i progetti al vaglio, infine, anche lo shop sharing (la condivisione tra due o più negozi di uno stesso stabile) e la destinazione di alcuni immobili ad alloggi studenteschi per gli universitari dell’ateneo pordenonese.