22 novembre 2017
Aggiornato 02:30
nessun anomalia

Arpa, ampia fioritura di alghe nel Livenza

Le acque in prossimitą della sorgente del Gorgazzo non presentano livelli di nutrienti disciolti elevati tali da giustificare l'abbondante fioritura di alghe rinvenuta ultimamente. E' probabile che il fenomeno sia stato accentuato dalle condizioni meteorologiche dell'inverno che ha presentato piogge contenute e temperature alte a partire da febbraio

PORDENONE - Le acque del Livenza in prossimità della sorgente del Gorgazzo non presentano livelli di nutrienti
disciolti elevati tali da giustificare l'abbondante fioritura di alghe rinvenuta in questi giorni. Lo riferisce l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente che ha appena completato le analisi di routine su un campione d'acqua prelevato lunedì 27 marzo nel corso di un sopralluogo programmato all'interno dell'ordinaria attività di monitoraggio.

I tecnici di Arpa avevano già osservato la copiosa fioritura algale in un tratto del Livenza a circa 150 metri dalla sorgente del Gorgazzo ed avevano prelevato un campione d'acqua in un punto significativamente interessato dalla fioritura. Il campione è stato sottoposto alle analisi di routine per i nutrienti. Non sono state rilevate anomalie.
Il fenomeno è pertanto da ritenersi del tutto naturale e presumibilmente generato dalla decomposizione delle alghe
preesistenti durante il periodo di secca invernale del corso d'acqua. E' probabile anche che il fenomeno sia stato accentuato dalle condizioni meteorologiche dell'inverno che ha presentato piogge contenute (poco più del 50% rispetto alla norma) e temperature alte a partire da febbraio.