21 agosto 2017
Aggiornato 10:30
presenti da 51 edizioni

Viticoltori friulani La Delizia da sempre al Vinitaly

​​​​​​​Bellomo: “Siamo stati tra i primi a capire il valore di questa fiera dove porteremo ancora una volta i nostri grandi vini friulani”. Riconoscimenti internazionali per gli spumanti Naonis e i vini fermi SassTer

Viticoltori friulani La Delizia da sempre al Vinitaly (© La Delizia)

CASARSA DELLA DELIZIA - Da sempre al Vinitaly: per la 51ma volta in altrettante edizioni del più grande salone internazionale dei vini, i Viticoltori Friulani La Delizia saranno presenti a Verona dal 9 al 12 aprile nel padiglione 6 allo stand B8. La cantina di Casarsa della Delizia, leader tra quelle del Friuli Venezia Giulia, presenterà i suoi vini sempre più apprezzati sia sul mercato nazionale che internazionale.

«Siamo stati tra i primi a capire oltre mezzo secolo fa - ha dichiarato il presidente de La Delizia Flavio Bellomo - il valore che il Vinitaly poteva raggiungere come vetrina del buon vino italiano. I fatti ci hanno dato ragione e siamo una delle poche aziende presenti fin dalla prima edizione. Ancora una volta saremo a Verona con i nostri vini di qualità, che nascono nel cuore del Friuli, per presentarli sia al pubblico degli addetti ai lavori che ai winelover che saranno presenti in fiera».

Ci saranno i vini di punta
A Verona La Delizia presenterà i suoi vini di punta, a partire da quelli della linea di spumanti Naonis, capace di superare nel 2016 il milione di bottiglie vendute solo sul mercato Ho.re.ca. (hotel, ristoranti e cafè) italiano, e della linea di vini fermi SassTer.
Sarà anche l’occasione per celebrare i traguardi più recenti raggiunti dalla cantina: il Prosecco Doc Naonis è stato tra le bollicine scelte per i vip di Casa Sanremo all’ultima edizione del festival della canzone italiana, lo spumante Jadér Cuvée Naonis ha vinto la medaglia d’oro al concorso internazionale Berliner Wine Trophy e i vini SassTer sono stati scelti da Alitalia per essere serviti sui voli di business class.   

I numeri della cantina friulana
Saranno quindi giorni intensi quelli del Vinitaly 2017 per la cantina friulana che continua a registrare grandi numeri in crescita. Sono circa 2 mila gli ettari coltivati da 450 soci nelle zone delle Doc Grave, Doc Prosecco, Doc Friuli e Doc Pinot Grigio delle Venezie, per una resa annuale di 300 mila quintali d’uva. Ogni anno vengono prodotte 23 milioni di bottiglie e il fatturato è di oltre 50 milioni di euro. La Delizia esporta il 60% della sua produzione in 30 Paesi, con Europa e Nordamerica quali mercati storici di riferimento e ampie possibilità di sviluppo in aree come la Cina e la Russia.