24 ottobre 2017
Aggiornato 06:00
dal 12 al 14 maggio

A Maniago torna la Coppa del Mondo di paraciclismo

Sarą l'anteprima del Mondiale 2018 assegnato alla localitą friulana

Alex Zanardi (Campione Formula 1 e olimpionico Paraciclismo) alla presentazione della Coppa del Mondo di Paraciclismo (© Regione Friuli Venezia Giulia)

MANIAGO - Maniago ospiterà dal 12 al 14 maggio la Coppa del Mondo di paraciclismo così come era avvenuto nel 2015. L'evento sarà una grande anteprima del Mondiale 2018 già assegnato proprio alla cittadina pordenonese.
«Si tratta di una manifestazione eccellente - ha commentato Bolzonello - che richiamerà centinaia di atleti da 42 Paesi, un momento di sport ad alto livello intriso di valori e di ideali solidali che caratterizzano l'impegno dell'intera comunità locale». Bolzonello ha ricordato che «Maniago ha saputo diventare un punto di riferimento per lo sport, accogliendo sul territorio, con il coinvolgimento dei suoi cittadini, una manifestazione unica per i suoi contenuti e per il messaggio che gli atleti paralimpici sanno trasmettere».

A dimostrazione del risultato raggiunto dalla cittadinanza maniaghese, accanto al successo della manifestazione c'è la sensazione palese che non si tratta di un evento a spot, bensì di un'iniziativa destinata a far perdurare nel tempo le sue ricadute positive sulla comunità locale e sul territorio.
Così come nel 2014, ha invece evidenziato il patron per il Friuli Venezia Giulia del comitato organizzatore della Giro d'Italia, Enzo Cainero, Maniago sarà attraversata anche dalla Corsa Rosa, ospitandone un traguardo volante.

Testimonial della presentazione è stato il protagonista dell'edizione precedente della Coppa del mondo nel maniaghese, il già campione di F1 e olimpionico di paraciclismo, Alex Zanardi, personaggio molto legato al territorio friulano ed «alla sua meravigliosa gente che sa infondere energia anche a chi ne deve spendere di più rispetto agli altri per raggiungere i traguardi della quotidianità».
Tra gli altri atleti presenti, la 'Rossa Volante' Francesca Porcellato e l'olimpionica Giada Rossi.