13 dicembre 2017
Aggiornato 10:00
eccellenza del territorio

Serracchiani, la riforma esalta il lavoro 'Progetto Spilimbergo'

Il centro, dedicato alla riabilitazione dei para e tetraplegici con sede nell'area sportiva della Favorita nella Città del mosaico, ha saputo vedere lontano cogliendo le opportunità offerte dalla riforma sanitaria

Serracchiani, la riforma esalta il lavoro 'Progetto Spilimbergo' (© Foto ARC Liberti)

SPILIMBERGO - «Il Progetto Spilimbergo è stato un centro lungimirante che ha saputo vedere lontano cogliendo le
opportunità offerte dalla riforma sanitaria. Con il percorso di accreditamento e con l'intervento della Regione a sostegno delle prestazioni eseguite, questa eccellenza del Friuli Venezia Giulia è in sicurezza»
. Lo ha ricordato la presidente della Regione, Debora Serracchiani, partecipando, insieme al vicepresidente Sergio Bolzonello e al
consigliere regionale Armando Zecchinon, all'assemblea ordinaria del Progetto Spilimbergo, il centro dedicato alla riabilitazione dei para e tetraplegici con sede nell'area sportiva della Favorita nella Città del mosaico.

Oltre ad approvare il bilancio del sodalizio, l'incontro ha rappresentato anche il passaggio di consegne tra il vecchio e
nuovo presidente, con l'ingresso di Giovanni De Piero al posto di Sergio Raimondo, quest'ultimo alla guida del Progetto negli ultimi quattordici anni. All'incontro erano presenti anche il sindaco di Spilimbergo, Renzo Francesconi, nonché i soci del Centro. Per l'occasione sono stati inaugurati anche i nuovi parcheggi coperti al servizio della struttura nonché la nuova sala polifunzionale ricavata all'interno della stanza dove in passato era ospitata una piccola piscina coperta.

Come ha ricordato la presidente nel suo intervento durante l'assemblea, il compito che si è data la Regione nel campo della sanità è stato quello di mettere in sicurezza le eccellenze «perché siamo consapevoli che gli standard a livello nazionale ed europeo ci impongono di andare in questa direzione. Abbiamo pertanto creduto molto nelle nostre strutture di punta e il Progetto Spilimbergo è sicuramente una di quelle».

Serracchiani ha riconosciuto la grande attività svolta dal Centro per poter giungere all'accreditamento, «un lavoro che vi ha premiato perché siete stati tra i primi ad aver colto le opportunità messe a disposizione dalla riforma sanitaria e ad ottenere quindi le risorse della Regione per le prestazioni che voi effettuate. Questo è un segnale di grande serietà e competenza».
La presidente ha invitato la dirigenza a far conoscere ancor più all'esterno le attività svolte in questa struttura, diffondendo così le buone pratiche che la hanno contraddistinta fino ad oggi. «Mi auguro che gli scambi quotidiani tra le nostre aziende sanitarie e quelle delle altre regioni possano coinvolgere anche il Progetto Spilimbergo, dandogli la giusta visibilità che si merita anche al difuori dei confini del Friuli Venezia Giulia».

Dal canto suo, Bolzonello ha evidenziato il grande lavoro compiuto nell'arco di quattordici anni dal presidente uscente
Sergio Raimondo, «il quale ha dato a questa struttura - ha detto Bolzonello - anche un'anima sportiva con le numerose attività svolte a favore degli atleti paralimpici, grazie alla sua collocazione in uno splendido centro ricco di impianti».