24 ottobre 2017
Aggiornato 06:00
venerdì 28 aprile alle 20.45

I musicisti Nicola di Benedetto e Stefania Mormone in concerto a Palazzo Ragazzoni

Quarta serata della IX Rassegna Internazionale 'I Concerti a Palazzo', organizzata da Ensemble Serenissima

I musicisti Nicola di Benedetto e Stefania Mormone in concerto a Palazzo Ragazzoni (© Ensemble Serenissima)

SACILE - Sarà Nicola Di Benedetto, giovanissimo violinista, talento ormai riconosciuto a livello internazionale, protagonista venerdì 28 aprile alle 20.45 a Palazzo Ragazzoni di Sacile della quarta serata della IX Rassegna Internazionale 'I Concerti a Palazzo', organizzata da Ensemble Serenissima, presentando un programma in un crescendo virtuosistico con musiche di Vieuxtemps, Brahms, De Sarasate, Grieg, Kreisler. Fresco vincitore del Primo Premio al prestigioso concorso 'International Music Competition London Grand Prize', con debutto alla Royal Albert Hall di Londra, sarà accompagnato al pianoforte dall'affermata pianista Stefania Mormone.

Il violinista Nicola Di Benedetto
Nicola Di Benedetto, nato a Pordenone il 1° luglio 2001, ha intrapreso lo studio del violino all’età di sette anni, per poi proseguire gli studi sotto la guida diMichele Toffoli all’Accademia Musicale di Sacile.
Ha partecipato a numerose Masterclass tenute dai maestri: Maria Caterina Carlini, Lucio Degani, Emmanuele Baldini, B.Schmitt, Massimo Quarta e Sergej Krylov. Attualmente iscritto al Conservatorio Verdi di Milano, dove studia sotto la guida di Gabriele Baffero (Allievo di Borciani), si sta perfezionando con Pavel Berman al Conservatorio della Svizzera Italiana.
Si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali. Dei riconoscimenti ottenuti sono da annoverare: il Primo premio assoluto e Premio Speciale Lodovico Agostini alla Migliore Interpretazione con il punteggio di 100/100 al X Concorso internazionale Lodovico Agostini Città di Ferrara (2014); il Secondo Premio Assoluto e primo fra gli italiani alla X edizione dell’Ars Nova International Music Competition 2014 a Trieste; il Primo Premio Assoluto Giovani Promesse al Concorso Nazionale Silver-Leonardo da Vinci di Firenze; il Primo Premio Assoluto con il punteggio di 100/100 e Premio come miglior violinista, risultando anche vincitore assoluto di tutte le categorie, al XXI Concorso Arisi di Cremona. Inoltre, il primo premio al VIII Concorso Nazionale Piove di Sacco, il primo premio al VII Concorso Internazionale Salieri di Verona e il primo premio assoluto al II Concorso Internazionale Diapason D’Oro 2016.
Ha partecipato a numerose rassegne importanti in veste di solista, come l’Fvg International Music Meeting e Perle Musicali in Villa. Recentemente si è esibito come solista in occasione dell’Altolivenza festival 'Giovani Talenti'. È stato ospite su Rai 2, dove si è esibito per la Rubrica 'Saremo Famosi'. Ha collaborato con Nello Salza, Luca Giovannini, Laura Bortolotto, Alberto Manzo.

La pianista Stefania Mormone
Stefania Mormone, nata a Napoli, ha cominciato gli studi musicali alla scuola di Alberto Colombo e si è perfezionata in seguito con Aldo Ciccolini e Nikita Magaloff. Ha effettuato numerose tournée in Europa e oltreoceano, suonando sia in recital solistici che con orchestre, e ha registrato per radio e televisioni internazionali.
Tra le orchestre più importanti con cui si è esibita si annoverano i Solisti Veneti, l’Orchestra Filarmonica di Città del Messico, l’Orchestra della Rtv di Lubiana, l’Orchestra da Camera di Santa Cecilia, l’Orchestra Filarmonica di Buenos Aires, la Südwestdeutsches Kammerorchester, la Nouvel Orchestre de Montreux, la American Soviet Symphony Orchestra, gli Archi della Scala, la Stuttgarter Kammerorchester.
Il suo interesse per la musica da camera l’ha portata a collaborare con solisti di fama internazionale, fra i quali Pierre Amoyal, Uto Ughi, Natalia Prischepenko, Leonidas Kavakos, David Geringas, Enrico Dindo, Stefano Maffizzoni, Francesco Manara e Stanislav Bunin. Con quest’ultimo ha eseguito al Concerto di Capodanno, nella prestigiosa Symphony Hall di Osaka.
Ha suonato in duo con il violinista Sergej Krylov, col quale ha ottenuto ovunque trionfali consensi: dal debutto al Teatro alla Scala, nel 1994, per poi seguire con i concerti al Musikverein di Vienna, a Parigi, all’auditorium di Radio France, a Berlino, nella prestigiosa sala dei Philharmoniker, al Teatro Colon di Buenos Aires, in Giappone e negli Stati Uniti d’America. Sempre con Krylov, ha eseguito al Megaron di Atene tre opere di altrettanti autori contemporanei appositamente concepite per il Duo.