24 ottobre 2017
Aggiornato 05:30
competizione internazionale di deltaplano

Turismo: "Spring meeting" valorizza lo sport e la natura in Fvg

Bolzonello: "La manifestazione č davvero meravigliosa e permette di valorizzare al meglio le caratteristiche naturali del nostro territorio regionale". Nell'occasione si sfideranno 93 piloti da 20 Paesi

il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello allo "Spring Meeting", competizione internazionale di deltaplano in corso tra Travesio e Meduno (Pn) (© Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - Il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello ha partecipato allo 'Spring meeting', uno degli appuntamenti più importanti d'Europa per il volo libero, che quest'anno si tiene nei cieli di Meduno e Travesio. Una competizione internazionale in cui si sfideranno 93 piloti da 20 Paesi. Una competizione di deltaplano che vede protagonisti i migliori sportivi e in regia la Flyve di Travesio e l'Aeroclub lega piloti, con la collaborazione di Volo libero Carnia e Volo libero Friuli e il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e Promoturismo Fvg. Fra i partecipanti anche il campione del mondo in carica Christian Ciech e l'ex Alex Ploner, entrambi italiani. La manifestazione non è soltanto sportiva: nell'area di Travesio sono stati organizzati numerosi eventi collaterali per intrattenere il pubblico, con spazi dedicati anche ai bambini.

«La manifestazione è davvero meravigliosa e permette di valorizzare al meglio le caratteristiche naturali del nostro territorio regionale. Utilizzo il termine regionale non a caso, perché il campo di volo si sviluppa su tutta la versante pedemontana sino alle cime della Carnia», ha commentato Bolzonello, aggiungendo come l'evento «si inserisce in un progetto complessivo che terminerà nel 2019 quando nella nostra regione ospiteremo il XXII Campionato del mondo di DeltaplanoSono grandi opportunità per creare solidi rapporti con eventi internazionali che catalizzano l'interesse di tutti gli appassionati di questa disciplina attivando importanti ricadute turistiche ed economiche sui territori di riferimento; al contempo, sposano appieno la strategia regionale turistica che
valorizza tutte le pratiche sportive all'aria aperto, proprio perché la nostra regione presenta una molteplicità di situazioni ambientali estremamente variegata in grado di soddisfare ogni esigenza sportiva»
.