20 agosto 2017
Aggiornato 15:30
approvato dal consiglio regionale

Turismo: la legge regionale di manutenzione riattiva i fondi delle ex Province

Bolzonello: "Nella transizione dalla fine delle Province all'attività a pieno regime delle Uti garantiamo così quelle risorse d'importo non elevato che danno però fiato a iniziative collaudate e preziose per la vitalità sociale e turistica del territorio"

Turismo: la legge regionale di manutenzione riattiva i fondi delle ex Province (© Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - «La legge regionale di manutenzione dei settori manifatturiero e terziario ha tra i suoi punti salienti la riattivazione dei fondi ex Province per piccole iniziative di sport e di animazione territoriale a favore di quelle associazioni che ne avevano diritto nel 2015, ponendo in capo alla Regione, in attesa che il compito tocchi dall'anno prossimo alle Unioni territoriali intercomunali, l'erogazione a sportello dei contributi di cui i vari sodalizi già beneficiavano». Lo ha rilevato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive e al Turismo Sergio Bolzonello, commentando il via libera al ddl che è stato approvato dall'aula del Consiglio regionale senza voti contrari.

«Nella transizione dalla fine delle Province all'attività a pieno regime delle Uti garantiamo così quelle risorse d'importo non elevato che danno però fiato a iniziative collaudate e preziose per la vitalità sociale e turistica del territorio», ha evidenziato Bolzonello. «Nel suo insieme - ha osservato il vicepresidente della Regione - il provvedimento di manutenzione dà risposte in termini di sburocratizzazione e di competitività alle imprese del settore turistico e ai consorzi industriali, con una serie di interventi che di volta in volta e su vari punti fluidificano l'attività delle nostre imprese terziarie e del comparto manifatturiero. Si tratta quindi di un'ampia gamma di migliorie e di correttivi vantaggiosi, tali da non aver incontrato obiezioni finali da parte del Consiglio regionale».