24 maggio 2017
Aggiornato 23:00
Tra agosto e settembre attività aggregative e scolastiche

Ritorna il punto verde al villaggio del fanciullo

Il Comune ha fornito all’Opera sacra famiglia un contributo di 10 mila euro che permetterà alle famiglie di dimezzare la quota di iscrizione

Accordo tra Comune Pn e Ofs: da agosto a settembre ritorna il punto verde al villaggio del fanciullo (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - Via libera dal sindaco Alessandro Ciriani e dal consigliere delegato all’istruzione Alessandro Basso a un accordo con l’Opera sacra famiglia (Ofs) per riattivare, dopo diversi anni, il punto verde aggregativo e scolastico al Villaggio del fanciullo. Il Comune, inoltre, ha appena erogato un contributo di 10 mila euro all’Ofs finalizzato all’abbattimento delle rete a carico delle famiglie che iscriveranno i loro figli.

Da agosto a settembre
Il punto verde, destinato ai ragazzi dai 6 ai 14 anni, si svolgerà dal 21 agosto al 9 settembre, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 16.30. Grazie al contributo, la retta per i 45 partecipanti sarà praticamente dimezzata e il restante 50 per cento verrà pagato dall’Amministrazione comunale.

Accordo tra Comune e Ofs
L’accordo è stato approvato nei giorni scorsi dalla giunta. «Il Comune riapre i punti verdi per la fascia 6-14 dopo tanti anni di assenza - commentano Ciriani e Basso – e lo fa con una proposta qualificata e in un periodo 'scoperto' che non interferisce con gli altri punti verdi» dei mesi e delle settimane precedenti. «Gli operatori, oltre alle attività ludiche e ricreative, aiuteranno i partecipanti nei compiti estivi e nel recupero scolastico. Sono previsti laboratori per il potenziamento delle abilità, l'esperienza English time e un laboratorio di sviluppo delle competenze ispirato al metodo Montessori con personale qualificato». Il Comune metterà a disposizione anche il bus per far arrivare i bambini all’area dell’Opera sacra famiglia, in via della Comina, «insomma un aiuto sostanziale alle famiglie sotto il profilo sociale, educativo e logistico».

Le attività proposte
Numerose le attività che verranno proposte ai ragazzi dal personale Osf, dallo sport ai laboratori creativi e naturalistico-ambientali, dai momenti di aggregazione al sostegno scolastico. Riguardo quest’ultimo punto gli obiettivi sono potenziare le competenze di base, acquisire un efficace metodo di studio, promuovere  la fiducia nella proprie capacità, favorire un rientro scolastico emotivamente sereno specie per chi si appresta a entrare nel sistema scolastico o a cambiare ciclo. Per i bambini in difficoltà sociali o economiche sono garantite le più adeguate attività di aggregazione e socializzazione e un costante contatto con servizi sociali e sanitari, scuola e famiglia.