20 agosto 2017
Aggiornato 15:30
18 E 19 MAGGIO

PordenOnAir, giovedì e venerdì musicisti di strada in centro

La rassegna debutta con la voce e la chitarra di eccellenti artisti e i flauti delle allieve del Conservatorio

PordenOnAir debutta con la voce e la chitarra di eccellenti artisti e i flauti delle allieve del Conservatorio quali Eugenia Spessot (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - Giovedì 18 e venerdì 19 maggio parte 'PordenOnAir – la musica si fa strada', la rassegna dei musicisti di strada di qualità promossa dal Comune. Dalle 17 alle 21 suoneranno sei artisti e formazioni in altrettanti punti del centro cittadino, scambiandosi le postazioni ogni una o due ore. A esibirsi questa prima settimana saranno artisti con la loro voce e chitarra, ma anche flautiste del Conservatorio.

Perché PordenOnAir
L’obiettivo «è contribuire a richiamare gente in città – hanno spiegato il sindaco Alessandro Ciriani  e l’assessore al commercio Emanuele Loperfido - per ascoltare ottima musica, entrare nei negozi o sedersi al bar sostenendo così il nostro commercio e creando un’alternativa ai centri commerciali. Allo stesso tempo la rassegna promuove i talenti e testimonia il profondo legame tra Pordenone e la musica in tutti i suoi generi».

Colonna sonora acustica
Il cartellone prevede ogni giovedì e venerdì 6 esibizioni (due in più rispetto alle quattro che avevano ipotizzato inizialmente i promotori) in 6 punti fino maggio a fine giugno e poi a settembre e ottobre, con la pausa estiva per non sovrapporsi all’Estate in città. Coinvolto per ora il centro e successivamente anche i quartieri. Musicisti e complessi provengono dalla scena locale o del vicino Veneto e Friuli. Si va dal blues al rock, dal jazz al pop, dal gospel alla classica con la partecipazione dell’Orchestra San Marco di Pordenone e di allievi e insegnanti del Conservatorio di Padova. Tutti artisti di prim’ordine che, oltre a ricevere un rimborso spese, si esibiranno in acustico e 'a cappello', raccogliendo cioè le offerte dei passanti che vorranno lasciarle. Per evitare 'intromissioni', i musicisti saranno riconoscibili da un cartellino e durante le performances il loro posto sarà segnato da un tappeto e da un cubo identificativo con il logo PordenOnAir.

Come Firenze e Londra
L’organizzazione della manifestazione è stata affidata ai promotori di eventi Claudio Scircoli e Luca Ceolin dell’associazione Convivialia e Giuliano Biasin della cooperativa Esibirsi, figure con vasta esperienza nel mondo della musica nostrana. «E’ una prima edizione sperimentale – hanno spiegato – esperienze simili si svolgono in città come Londra, Berlino, Firenze e Ravenna. Una manifestazione diffusa più che un «riempi piazza», una sorta di colonna sonora  per rendere piacevole e invitare al giro in città i pordenonesi e non solo». La rassegna è in continua evoluzione ed è aperta all’adesione di altri musicisti e artisti per spettacoli di danza, poesia, teatro e altro. Gli artisti possono contattare gli organizzatori tramite  www.facebook.com/pordenonair. E sulla stessa pagina sarà possibile consultare il calendario delle esibizioni costruito e pubblicato di settimana in settimana.  

Debutto
Il debutto doveva essere la scorsa settimana ma è slittato a causa del maltempo. Questi giovedì e venerdì d’esordio i concerti acustici interesseranno piazzetta Calderari (nei pressi del sottopasso per il parcheggio Marcolin), corso Vittorio Emanuele in zona Municipio e all’angolo di via Ospedale vecchio, via Cesare Battisti di fronte al palazzo ex Sip, piazzetta Cavour e corso Garibaldi di fronte all’ex Provincia. Giovedì si esibiranno con chitarra acustica e voce Louis Armato, Capitan Love, Nicole Coceancig e Cristian Mauro, Mattia Cocco, Teo Ho e il duo  flautisti del Conservatorio di Padova Eugenia Spessot e Raimondo Capicchi. Venerdì sarà il turno di Alessandro Bevivino, Simone Piva, The Mente, Spino, tutti alla chitarra acustica e voce; Ronnie Grace (Chitarra acustica, Ukulele e voce) e, infine, Eugenia Spessot e Sonia Venzo, flautiste del Conservatorio.