27 giugno 2017
Aggiornato 21:00
Domenica pomeriggio

Intervento del Cnsas nei pressi della diga Ca' di Zul

Una donna di Fiume Veneto, K. R., del 1970, ha perso il controllo della bicicletta mentre percorreva un tratto di itinerario attorno alla diga, dove il percorso si restringe a sentiero, precipitando per alcuni metri più a valle. Fortunatamente è rimasta illesa

Intervento del Cnsas nei pressi della diga Ca' di Zul (© Cnsas)

PORDENONE - Dodici tecnici del Cnsas di Maniago hanno preso parte, nel pomeriggio di domenica, a un intervento di soccorso in Val Meduna, nei pressi della diga Ca' di Zul, in comune di Tramonti di Sopra. Una donna di Fiume Veneto, K. R., del 1970, ha perso il controllo della bicicletta mentre percorreva un tratto di itinerario attorno alla diga, dove il percorso si restringe a sentiero, precipitando per alcuni metri più a valle e fermandosi, grazie a degli arbusti, sul bordo di un dirupo esposto.

La donna era in compagnia del marito e di un'altra coppia, partiti insieme con le e-bike da Meduno. E' stato il marito a dare l'allarme tramite il telefono fisso della diga di Ca' Zul, dato che nella zona non c'è alcuna copertura di rete per i cellulari. I tecnici del Cnsas di Maniago sono stati attivati tramite Nue112 e, giunti sul posto, hanno recuperato la signora, fortunatamente illesa anche se molto spaventata, assicurandola con le corde. L'itinerario che i quattro percorrevano è un percorso non semplice, adatto a ciclisti molto esperti e allenati.