23 novembre 2017
Aggiornato 17:30
Agroalimentare

Bolzonello, molto bene la riapertura della Latteria Palse

La storica cooperativa purliliese che da gennaio aveva sospeso l'attività, dopo la partnership naufragata con Lattebusche, grazie all'intervento e al grande impegno di due nuovi soci ha potuto riavviare l'attività di trasformazione e di vendita di prodotti lattiero caseari

Cerimonia di riapertura della Latteria di Palse (© Foto Gaia Anodal)

PORDENONE - «Con la riapertura della Latteria di Palse - ha affermato a Porcia il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dello storico punto vendita - riusciamo a dare un segno del modello di società e di comunità che vogliamo"."Dobbiamo tornare a capire - ha proseguito Bolzonello - che la grande distribuzione e le multinazionali devono trovare un contraltare nella piccola distribuzione e piccola trasformazione». La storica cooperativa purliliese, infatti, da gennaio aveva sospeso l'attività dopo la partnership naufragata con Lattebusche. Grazie all'intervento e al grande impegno dei due nuovi soci, Egidio Viol per la parte produttiva e Luca Meneghel per quella commerciale, lo stabilimento di via Gabelli ha potuto riavviare l'attività di trasformazione e di vendita di prodotti lattiero caseari.

 

«I prodotti - ha spiegato Davide Da Pieve, il consulente che ha collaborato alla fase di rilancio insieme a Confcooperative Pordenone - sono realizzati con il latte del territorio conferito da cinque allevatori soci della Cooperativa Latteria di Palse. Ogni giorno i soci conferiscono quaranta quintali di latte principalmente da mucche Pezzata rossa friulana».

«Oggi è una giornata di festa ma dobbiamo capire che domani questi cinque conferitori continueranno a dover affrontare molte sfide e molti ostacoli», ha evidenziato ancora Bolzonello, secondo cui fare cooperazione oggi nel settore agroalimentare, specificatamente in quello lattiero-caseario, «è una missione quasi impossibile, schiacciati come si è dalla grande distribuzione sul versante commerciale e dalle grandi multinazionali per quanto riguarda la trasformazione. Uno dei problemi veri e reali - ha aggiunto - che abbiamo non solo in Friuli Venezia Giulia ma in tutto il Nord Italia».
«La Regione - ha spiegato il vicepresidente - ha messo sul piatto il Psr, il piano di sviluppo rurale, che ha dato modo di effettuare investimenti importanti. Ma dobbiamo ringraziare soprattutto i cooperatori e tutti quelli che hanno deciso di scommettere su questa avventura. Un segnale positivo - ha concluso Bolzonello - da parte di chi crede ancora in questo modello di società e di comunità».

All'inaugurazione hanno preso parte anche la consigliera regionale Chiara da Giau e il sindaco del Comune di Porcia, Giuseppe Gaiarin.