23 novembre 2017
Aggiornato 17:30
Sabato 1 luglio

Conferimento della Cittadinanza onoraria all’Ana di Pordenone

La città, riconfermerà all’Ana di Pordenone l’affinità del Corpo con la popolazione e con le istituzioni celebrando l’evento; il conferimento della Cittadinanza onoraria alla sezione di Pordenone, in programma per l'1 luglio avvalora l’indissolubile legame di Pordenone con le Forze armate

Sabato dunque la città, riconfermerà all’Ana di Pordenone l’affinità del Corpo con la popolazione e con le istituzioni celebrando l’evento (© Cittadinanza onoraria all'Ana di Pordenone)

PORDENONE - Il conferimento della Cittadinanza onoraria alla sezione Ana di Pordenone, in programma per sabato 1 luglio, avvalora l’indissolubile legame di Pordenone con le Forze armate.
In passato il nostro territorio era disseminato da caserme sedi di diversi corpi, soldati di leva provenienti da tutta Italia hanno prestato servizio in queste terre e a distanza di anni ricordano quelle esperienze e ritornano a far visita a questi luoghi. I raduni si susseguono, l’ultimo quello interregionale dei Bersaglieri, il prossimo sarà quello dei Carristi e recentemente nel 2014 la grande manifestazione dell’87^ Adunata Nazionale degli Alpini con oltre 400 000 presenze e 78 mila alpini sfilanti. Sabato dunque la città, riconfermerà all’Ana di Pordenone l’affinità del Corpo con la popolazione e con le istituzioni celebrando l’evento, coordinato dall’assessore Eligio Grizzo, in piazzale Ellero dei Mille e in piazza XX Settembre. Sabato dunque la città, riconfermerà all’Ana di Pordenone l’affinità del Corpo con la popolazione e con le istituzioni celebrando l’evento, in piazza XX Settembre, in piazzale Ellero e nelle rotatorie all’incrocio tra viale Venezia e via Montereale, nella doppia rotonda tra viale Martelli e Riviera del Pordenone e in piazza Duca D’Aosta provenienti dal gruppo Ana di Orsago.

La cerimonia
Alle 17.30 72 gruppi dell’Ana della provincia con rappresentanze dell’Ana del Fvg si ammasseranno in via Cesare Battisti e poi in corteo con in testa il Gonfalone del Comune, i labari delle sezioni seguiti dai consiglieri comunali, raggiungeranno piazzale Ellero dove, alla presenza delle autorità civili e militari, saranno resi gli onori ai Caduti. Sarà accolta anche la teca con l’elmetto del ten. A. Marchi con la lettura della motivazione del conferimento della medaglia d’argento al Valore militare alla memoria . L’elmetto, consultando mappe e documentazioni è stato ritrovato lo scorso aprile da un gruppo di alpini ricercatori della sezione pordenonese dell’ Ana sul Monte Golico in Albania dove il ten. Marchi perse la vita l’8 marzo del 1941.
Dopo le celebrazioni in piazzale Ellero, verso le 18.40 la cerimonia proseguirà in piazza XX Settembre con la cerimonia di conferimento della Cittadinanza onoraria che si concretizzerà con la consegna del Sigillo della città e della pergamena. Il sindaco Alessandro Ciriani leggerà la motivazione del conferimento e poi interverranno il presidente dell’ Ana locale Ilario Merlin e il presidente nazionale Sebastiano Favaro. Prevista anche la consegna ai familiari del ten. A Marchi, dell’elmetto che verrà collocato su un afusto di cannone della II Guerra mondiale. La cerimonia sarà accompagnata dal Gruppo musicale medunese e l’evento avrà anche un epilogo di carattere conviviale, con una pastasciutta in piedi per tutti nella tensostruttura allestita nel cortile della scuola A Gabelli con ingresso da viale Trieste, che potrà essere utilizzata per le cerimonie in caso di maltempo.

Limitazioni alla circolazione
Un’ordinanza dirigenziale prevede limitazioni alla circolazione nell’area della manifestazione. Per cui dalle 16.30 alle 19.30 sarà istituito il divieto di sosta in piazzale Ellero dei Mille, in viale Trento e in viale Trieste nei tratti adiacenti al Monumento ai Caduti e così pure dalle 16 alle 22 in via Roma nel tratto compreso tra via del Molini e la bretella di collegamento a senso s unico proveniente da viale Martelli. Inoltre dalle 17.30 alle 19 non si potrà transitare in piazzale Ellero e in viale Trieste. Previste anche altre misure di sicurezza coordinate con la Questura per garantire l’ordinato svolgimento della manifestazione.