19 agosto 2018
Aggiornato 13:00

Piccolo violino magico: al via a San Vito al Tagliamento la seconda edizione del concorso internazionale

Giunti nel comune pordenonese i 16 finalisti provenienti da 12 nazioni di 4 continenti, presidente di giuria internazionale il maestro Pavel Vernikov. Il concorso è dedicato ai giovani violinisti tra i 9 e i 13 anni, si comincia con il primo round delle semifinali per proseguire con le prove e le selezioni ogni giorno fino alla finalissima di domenica 9 luglio
Piccolo violino magico: al via a San Vito al Tagliamento la seconda edizione del concorso internazionale
Piccolo violino magico: al via a San Vito al Tagliamento la seconda edizione del concorso internazionale (Piccolo violino magico)

SAN VITO AL TAGLIAMENTO - Sono sbarcati da ogni parte del globo a San Vito al Tagliamento i 16 finalisti del grande concorso internazionale 'Il Piccolo violino magico', dedicato ai giovani violinisti tra i 9 e i 13 anni che mercoledì 5 e domenica 9 luglio si sfideranno a suon d’archetto in prove che prevedono l’accompagnamento di ben due Orchestre oltre alla novità della prova per violino solo, dove i giovani talenti potranno dimostrare tutta la loro personalità e la capacità di dominare il suono di uno degli strumenti più difficili ma al contempo più affascinanti.

Il programma della settimana
Dalle 10 del mattino e per tutta giornata si svolgerà all’Auditorium comunale il primo round delle semifinali che metterà a confronto in prove aperte al pubblico questi giovanissimi talenti giunti da Russia, Lettonia, Serbia, Giappone, Stati Uniti, Belgio, Bulgaria, Sudafrica, Singapore, Ungheria e anche dall’Italia: le prove saranno valutate da una giuria internazionale presieduta dal Maestro Pavel Vernikov. Per questa fase preliminare, che proseguirà anche nella giornata di giovedì, i musicisti si esibiranno con l’Accademia d’Archi Arrigoni. Mentre da venerdì 7 luglio, si aprirà il 2° round delle semifinali con le esibizioni di violino solo e nel tardo pomeriggio saranno proclamati i tre finalisti del Concorso. Sabato 8 luglio prevista una Masterclass per tutti i concorrenti e nel pomeriggio (ore 17.00) è atteso al castello di San Vito il concerto 'Fuori concorso' con tutti i concorrenti accompagnati dall’Accademia d’Archi Arrigoni. Domenica 9 luglio gran finale alle 17 all’Auditorium Comunale: i finalisti suonano accompagnati dalla Mitteleuropa Orchestra. Al termine la proclamazione del vincitore.

Concorso di rilevanza nazionale
Pur trattandosi soltanto della seconda edizione, il concorso - realizzato grazie al Comune di San Vito al Tagliamento, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la Fondazione Friuli - è già riconosciuto come il più importante evento nazionale che celebra il talento e la passione dei virtuosi di domani in questa fascia d’età: testimone il fatto che quest’anno sono arrivato oltre 40 candidature da 20 nazioni del mondo.
L'Accademia d'Archi Arrigoni, ha voluto fare di San Vito, dove ha stabilito la sua sede, la più importante vetrina internazionale della genialità italiana in fatto di cultura musicale.

Due eventi speciali
Due gli eventi speciali di questa edizione, a partire giovedì 6 luglio dall’atteso incontro pubblico 'Enfant Prodige e la corretta gestione del talento infantile' (alle 18 al Teatro Arrigoni). Una serie di esperti si confronteranno su un tema sempre di grande attualità, ovvero la capacità da parte degli adulti - siano essi insegnanti o genitori - di gestire e indirizzare correttamente la vita di bambini e giovani ragazzi il cui particolare talento li pone fin da giovanissimi alla ribalta. Ospite d’onore la nota e apprezzata psicoterapeuta Maria Rita Parsi, Presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino Onlus, Membro del Comitato Onu per i diritti dei Fanciulli/delle Fanciulle.
Sabato 8 luglio, invece, un eccezionale evento musicale: all’Auditorium Comunale, alle 21, il concerto di uno dei più importanti e interessanti gruppi del panorama internazionale, che dimostrerà come il Violino possa essere declinato in un’infinità di versioni, esaltando le sue doti di cantabilità e virtuosismo. Il gruppo Janoska, ensemble davvero unica e originale che ha sviluppato il suo personalissimo stile, lo stile Janoska, esplora una vasta gamma di stili, dal repertorio classico alle composizioni originali con arrangiamenti che variano dalla musica jazz al pop fino alla world music.