19 agosto 2018
Aggiornato 13:00

Fossa Mala jazz al via con la straordinaria voce di Enrica Bacchia

In occasione della rassegna della musica colta e della buona tavola Bacchia, una delle voci pił interessanti nel panorama musicale internazionale, assieme al chitarrista Massimo Zemolin proporrą Blues Mediterraneo, omaggio a Pino Daniele

FIUME VENETO - Sarà il duo Bacchia Zemolin a dare il via giovedì 6 luglio alle 20.30 al fossa Mala jazz nell'omonimo locale di Fiume Veneto, rassegna all’insegna della musica colta e della buona tavola. Bacchia è una delle voci più interessanti nel panorama musicale internazionale, vocal coach, insegnante, performer, ricercatrice. Assieme al chitarrista Massimo Zemolin proporrà Blues  Mediterraneo, omaggio a Pino Daniele.

Enrica Bacchia
Figlia d'arte si esibisce fin da piccolissima, accompagnata dalle orchestre jazz del padre, dimostrando una disinvoltura e un talento vocale non comuni. Tiene laboratori di canto moderno e jazz e di sperimentazione vocale. Negli anni ’90 viene invitata in Brasile e negli Stati Uniti dove collabora con Bob Stoloff, insegnante del Berklee College of Music di Boston. Poi le sue numerose tournée in Cina che la vedono protagonista nella duplice veste di insegnante, impegnata nella conduzione di stage di canto jazz indirizzato agli insegnanti del Beijing Contemporary Music Institute di Pechino, e di vocalist, nell’ambito delle manifestazioni legate ai Festival Jazz. L’entusiasmante, assidua ricerca dell’essenza del suono della voce umana si è tradotta nel 2007 nella realizzazione del mitico viaggio tra Siberia e Mongolia, alla scoperta del canto armonico, delle simbologie, dei suoni e dei ritmi primordiali delle etnie Tsaatan (gli sciamani - Uomini Renna). Da questa esperienza è nato il suo primo libro: 'Mongolia, La Via Dell'Acqua'. È ideatrice del Progetto Musica Percettiva e conduce corsi di Consapevolezza Vocale basati su ricerche all’avanguardia in campo artistico e scientifico, studia i collegamenti tra la teoria scientifica dei Neuroni Specchio, il canto, la musica e il teatro. Dal 2000 a oggi partecipa alle Attività Didattiche Interculturali Musicali e di Formazione dell'Associazione Vocal Sound Research Studio (Svizzera) che promuove attività di ricerca e di formazione. È inoltre Membro del Comitato Scientifico Artistico Internazionale del Progetto Interculturale fra Scienza e Arte: Ìnin One Earth Choir.