16 ottobre 2018
Aggiornato 22:30

Al via a Pordenone la rassegna teatrale "Teatro nel Giardino del Mondo"

Ritorna la Rassegna teatrale del Parco della Casa Madonna Pellegrina con tre spettacoli. Merisi: Seconda iniziativa popolare pre-festival de 'L’Arlecchino Errante'
Al via a Pordenone la rassegna teatrale "Teatro nel Giardino del Mondo"
Al via a Pordenone la rassegna teatrale "Teatro nel Giardino del Mondo" (Scuola Sperimentale dell'Attore - L'Arlecchino Errante)

PORDENONE - Dopo il successo della rassegna dal titolo 'Le Primizie dell’Arlecchino Errante', che tra fine giugno e inizio luglio ha portato il teatro di piazza di qualità nei quartieri di Pordenone richiamando un folto pubblico di tutte le età a riscoprire alcuni possibili 'centri' dei quartieri stessi, l’Arlecchino Errante si appresta a celebrare la seconda tappa del suo 'aspettando il Festival 2017'. E lo fa con un’iniziativa molto particolare e molto gradita agli abitanti del centro città e non solo: la seconda edizione di 'Teatro nel Giardino del Mondo', una piccola e preziosa serie di spettacoli teatrali per tutti, divertenti e di grande attualità, selezionati e presentati secondo criteri di interculturalità e di condivisione dei valori di comunità. In caso di pioggia i tre spettacoli si terranno nel salone interno della Casa Madonna Pellegrina in via Madonna Pellegrina 11 a Pordenone. Alla fine, come detto, l'importante aperitivo condiviso, con le delizie fatte in casa che ognuno del pubblico può portare.

Tre mercoledì di seguito
Nel parco della Casa Madonna Pellegrina, nell’omonima traversa di viale Libertà, a ingresso libero si succederanno per tre mercoledì di seguito alcune compagnie di primo piano nel novero del nuovo teatro popolare italiano: gli appuntamenti sono per il 26 luglio (Compagnia la Pulce di Bergamo), il 2 agosto (Compagnia Piccoli Idilli di Lecco) e il 9 agosto (Compagnia Nanirossi di Massa Carrara). Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 19 e saranno seguiti da un aperitivo finale con le delizie che gli stessi spettatori, come lo scorso anno, sono invitati a portare allo spettacolo. E, come lo scorso anno, ci saranno anche le delizie multietniche dei richiedenti asilo attualmente ospiti di Casa Madonna Pellegrina. Le tre serate sono nel cartellone dell’Estate in Città - Pordenone si Colora del Comune di Pordenone e sono sostenuti da cooperativa Nuovi Vicini, Fondazione Casa Madonna Pellegrina, Banca Etica, Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone, oltre che da L’Arlecchino Errante Festival con il concorso della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Pordenone.

 

Teatro di qualità per la coesione sociale
«Anche con questa rassegna - ha spiegato Ferruccio Merisi per la Scuola Sperimentale dell’Attore che gestisce L’Arlecchino Errante - vogliamo proporre il Teatro di qualità come fattore di coesione sociale e come mezzo per ritrovare il piacere specifico del vivere i luoghi della Città. È andata bene con le Primizie, volute dal Comune di Pordenone nelle piazze dei quartieri e confortate ogni sera da circa duecento persone di ogni età, e andrà bene anche quest’anno alla Madonna Pellegrina, con la proposta di spettacoli che sono 'per tutti' anche in senso culturale ed etnico, senza rinunciare a una certa sostanza di contenuti. C’è fame di teatro a livello popolare, e anche di proposte innovative come quelle che porteremo alla Madonna Pellegrina. Come suggerisce il titolo della rassegna, saranno spettacoli che vogliono anche rappresentare la ricchezza delle biodiversità culturali».

Si parte mercoledì 26 luglio
Si parte come detto mercoledì 26 luglio alle 19 con Vitanuova - Appunti sulla paternità della Compagnia La Pulce, spettacolo di e con Enzo Valeri Peruta con la regia di Silvia Briozzo e le musiche dal vivo di Pierangelo Frugnoli. In scena i nove mesi di attesa di un neopadre, che tra risate e musica racconterà il suo punto di vista sulla nuova vita che sta nascendo. Uno spettacolo disincantato e profondo, sincero e ottimista.

Mercoledì 2 agosto
Mercoledì 2 agosto alle 19 Kanu, che in lingua bambarà del Burkina Faso significa amore. Bointou Outtara, bravissima attrice milanese originaria del Paese africano, per la regia di Filippo Ughi della Compagnia Piccoli Idilli e accompagnata dai due griot (cantautori e musicisti) Daouda Diabate e Kadi Coulibaly, racconterà in favola il sentimento più importante, tra fine umorismo e paradossale comicità. 

Mercoledì 9 agosto
Infine mercoledì 9 agosto alle 19 Nanirossi show, ovvero acrobazie e comicità con l’omonima compagnia composta da Matteo Mazzei ed Elena Fresch. Tra i migliori esempi di teatro circo di circuitazione internazionale, mostrerà virtuosismi acrobatici e lazzi di alta scuola clownesca in uno spettacolo che crea coinvolgimento entusiasta e voglia di sentirsi comunità.