22 ottobre 2018
Aggiornato 18:07

Adriatic jazz con Strukelj, Ortolan e Del Negro

SarÓ il trio composto dal tarvisiano Strukelj, pianoforte, Didier OrtolÓn sax e clarinetto e Cristina Del Negro voce ad animare la serata di Adriatic Jazz al ristorante Adriatico di Chions
Adriatic jazz con Strukelj, Ortolan e Del Negro
Adriatic jazz con Strukelj, Ortolan e Del Negro (Renato Strukelj)

CHIONS - Sarà il trio composto da Renato Strukelj, pianoforte, Didier Ortolàn sax e clarinetto e Cristina Del Negro voce ad animare la serata di Adriatic Jazz venerdì 28 luglio alle 21 al ristorante Adriatico di Chions. Il tarvisiano Strukelj, che vanta una formazione classica di alto livello è uno dei più bei nomi del jazz friulano.

Renato Strukelj
Si è esibito in ambito nazionale e internazionale (Austria, Slovenia, Svizzera, Germania e Slovacchia) e ha suonato con Jack Walrath, Giovanni Maier, U.T.Gandhi, Nevio Zaninotto, Gaetano Valli, Piero Cozzi, Attilio Zanchi, Franco Feruglio, Marc Abrams, Kyle Gregory, Dario Carnovale, Luca Colussi, e molti altri. É direttore di quattro ensemble vocali-strumentali di stampo jazzistico (S’oN, The Voisix, Vocal Vibes, In-Tune). Ha una discreta produzione discografica. È docente di pianoforte classico, moderno e jazz alla Fondazione Bon di Tavagnacco, all’interno della quale dirige anche stabilmente un Laboratorio di Piano Jazz e Musica d’insieme ed un Laboratorio di jazz corale. Didier Ortolan è componente stabile del quartetto di clarinetti 'Ensemble Serenissima' con il quale ha ottenuto il primo premio al concorso internazionale di musica da camera 'Il Rovere d’oro' di San Bartolomeo al Mare, il primo posto al concorso radiofonico Rai 'I Cercatori di Perle' e ha vinto il 'Premio Schubert' per la musica da camera a Tagliolo Monferrato. Si è distinto anche in qualità di maestro direttore E’ primo clarinetto dell’Orchestra e Coro San Marco di Pordenone. E’ componente della Big Band di Udine e della Zerorchestra. Svolge attività concertistica e didattica. Dirige la banda di Pordenone. Collabora con la Casa Editrice Scomegna con la quale ha pubblicato vari lavori. Cristina Del Negro collabora con numerosi musicisti friulani e con diversi gruppi Dal 2004 insegna canto moderno alla scuola Cam di Monfalcone. Dal 2007 dirige cori e segue progetti corali in vari istituti nell’isontino. A breve inizierà una collaborazione con 4 sassofoniste e una percussionista per un progetto al femminile su arrangiamenti jazz di Massimiliano Rocchetta.