20 agosto 2017
Aggiornato 15:30
nel pomeriggio di martedì

Cade con il parapendio: soccorso un 38enne tirolese

Una squadra di quattro tecnici, con il medico d’appoggio, ha raggiunto il punto della caduta e, approntando tecniche di tree climbing con le corde ha risalito l’abete per dodici metri raggiungendo l’uomo

Cade con il parapendio: soccorso un 38enne tirolese (© Cnsas)

POLCENIGO - La stazione Cnsas di Pordenone è intervenuta nel pomeriggio di martedì, intorno alle 15, per portare soccorso a un parapendista precipitato nella zona del rifugio Maset, nella foresta del Cansiglio, in comune di Polcenigo. Il parapendio è stato avvistato impigliato a un abete da una pattuglia della Guardia Forestale che passava nei pressi di quell’area e ha avvisato via radio la Sala Operativa regionale della Protezione Civile, che ha a sua volta contattato il Soccorso Alpino.

E’ stata una fortuna per il parapendista, perché la zona è priva di copertura telefonica e anche molto lontana da passaggi di escursionisti. Una squadra di quattro tecnici, con il medico d’appoggio, ha raggiunto il punto della caduta e, approntando tecniche di tree climbing con le corde ha risalito l’abete per dodici metri raggiungendo l’uomo. Questi, H. K. un trentottenne tirolese di Völs, a sua volta facente parte del Soccorso Alpino austriaco, è precipitato per aver calcolato male la distanza dalle punte degli alberi, perdendo quota e rimanendo impigliato in uno di questi, fortunatamente senza alcun trauma.

Era partito poco dopo le 12 dal Monte Dolada, in Alpago, e ha percorso più di trentotto chilometri di volo. I tecnici del soccorso alpino di Pordenone lo hanno imbracato e calato in sicurezza al suolo, recuperando anche la sua vela.