23 settembre 2017
Aggiornato 11:00
incidenti in montagna

Nuova tragedia a Tramonti di Sopra, escursionista morto su un sentiero

Un uomo originario del pordenonese è stato trovato riverso a terra sul sentiro che porta al 'Raduno europeo della famiglia Arcobaleno'

Nuova tragedia a Tramonti di sopra, escursionista morto su un sentiero (© Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)

TRAMONTI DI SOPRA - Nella mattina di lunedì 14 agosto, sul sentiero di Malga Chiampis che porta al 'Raduno europeo della famiglia Arcobaleno', è stato trovato il corpo di un uomo, G.D.B. quarantenne di San Leonardo Valcellina. I soccorsi sono stati chiamati da un francese che passava al campo intermedio nei pressi delle stalle Veleai, lungo il sentiero 377 in Val Vielia, dopo aver notato che l'uomo era in difficoltà respiratoria. Sul posto è stato rinvenuto il corpo senza vita e vano è stato l'intervento del Cnsas di Maniago e del Suem di Pieve di Cadore; il medico di turno non ha potuto far altro che constatare il decesso. La compagna del ragazzo, presente al raduno, ha voluto rimanere in montagna, mentre la salma è stata portata all'obitorio di Spilimbergo. Sul posto anche i Carabinieri, la Protezione Civile e il Corpo Forestale. Al momento sono in corso le indagini da parte dei militari dell'Arma della stazione di Meduno per accertare le cause della morte.

Malore, per fortuna senza conseguenze, anche per un disabile veterano di guerra presente al raduno, che è stato accompagnato a valle dai tecnici della forestale. Mentre domenica 6 agosto un altro escursionista, un quarantenne belga, che aveva preso parte alla manifestazione 'Rainbow Family' era stato travolto e ucciso dal ramo di un albero durante un violento nubifragio e in questi giorni altri due hippy sono stati soccorsi al maxiraduno, così, come il Messaggero Veneto riporta, i medici lanciano un appello: «Ora sgomberateli».