20 novembre 2017
Aggiornato 22:00
escursioni in montagna

Allerta per il mancato rientro di alcuni escursionisti, ritrovati incolumi nella notte

Il gruppo di quattro francesi stava percorrendo un giro ad anello seguendo uno degli itinerari più belli delle Dolomiti d'Oltre Piave

Allerta del Soccorso Alpino per il mancato rientro di un gruppo di escursionisti (© Diario di Pordenone)

MONTEREALE VALCELLINA - Alle 23.40 del 16 agosto due squadre del Cnsas della Valcellina sono partite a seguito della segnalazione di un mancato rientro, nel cuore delle Dolomiti Friulane. L'allarme è stato dato dalla stazione del Cnsas del Centro Cadore contattata dal gestore del Rifugio Padova, che attendeva per la sera il rientro di quattro francesi. Erano partiti la mattina di giovedì dallo stesso rifugio Padova e avrebbero dovuto farvi ritorno per cena dopo un lungo giro ad anello e dopo aver raggiunto la Val Montanaia e il Bivacco Perugini attraverso la Forcella Segnata. Si tratta di uno degli itinerari più belli delle Dolomiti d'Oltre Piave, consigliabile solamente ad escursionisti esperti con alcuni passaggi di secondo grado, anche se non esposti. I francesi hanno telefonato intorno alle 12 da Forcella Segnata e poi hanno mandato un sms alle 16 dal Bivacco Perugini. Il fatto che non siano rientrati all'ora attesa potrebbe essere dipeso dalla decisione di prolungare l'itinerario toccando la valle parallela alla Val Montanaia, invece di far ritorno per Forcella Montanaia. Il gruppo non disponeva di torce frontali. Due squadre composte da due uomini ciascuna si sono recate sul posto e con il furgone hanno raggiunto il Rifugio Pordenone, una volta lì si sono divise per percorrere l'una la Val Montanaia e l'altra la valle parallela, la Val Monfalcon di Cimoliana; in un paio d'ore sono arrivati in quota e hanno trovato incolumi al Bivacco Perugini in Val Montanaia i quattro francesi intorno alle 1.30 di notte. Le squadre sono rientrate intorno alle tre.