22 settembre 2017
Aggiornato 17:00
comune di pordenone

E' uscito il bando per la gestione della caffetteria e del ristorantino alla Biblioteca civica

Le offerte devono pervenire agli uffici comunali entro le 12 del 12 settembre, l'assegnazione è fissata per il 18 settembre. Vincerà l'offerta economicamente più vantaggiosa

E' uscito il bando per la gestione della caffetteria e del ristorantino alla Biblioteca civica (© Comune di Pordenone)

PORDENONE - Prodotti enologici e gastronomici di qualità con una varietà di menù che includa pasti anche per i vegetariani e i vegani, propensione all’organizzazione di eventi enogastronomici e culturali anche in coordinamento con la Biblioteca, attività di somministrazione che possa prevedere anche l’ampliamento degli orari di apertura nel caso di eventi, personale qualificato, miglioramento delle attrezzature e dei locali e offerte a condizioni agevolate per gli studenti. Sono questi alcuni fra i più significativi elementi, richiesti dall’Amministrazione, inseriti nel bando per concorrere alla gestione della caffetteria-ristorantino del chiostro della Biblioteca civica di Piazza XX Settembre.

Domande entro il 12 settembre
Sul sito del Comune, alla sezione bandi, sono pubblicate tutte le informazioni per concorrere alla gestione che sarà assegnata sulla scorta della qualità del servizio proposta e dall’offerta economica più vantaggiosa valutate da un’apposita commissione. Le offerte devono pervenire agli uffici comunali entro le 12 del 12 settembre. Vanno inviate con raccomandata A/R a Comune di Pordenone – Corso Vittorio Emanuele n.64, o consegnate a mano all’Urp nella sede comunale. L’apertura dei plichi contenenti le offerte è fissata per il 18 settembre alle 10 nella sala riunioni del settore LL.PP. in Via Bertossi. Il criterio di aggiudicazione sarà quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Si cercano imprenditori seri e motivati
«Per gestire la caffetteria-ristorantino – afferma il sindaco Alessandro Ciriani – cerchiamo imprenditori capaci, motivati ed innovativi nelle proposte, in grado di offrire un servizio di elevata qualità che impreziosisca ulteriormente l’ambito della Biblioteca civica, poiché questa struttura culturale è un importante punto di riferimento per molti studenti e cittadini non solo pordenonesi. - L’attività - aggiunge l’assessore alle attività economiche e commerciali Emanuele Loperfido - dovrà essere economicamente sostenibile sia per il Comune che per il gestore ed appunto per agevolarne lavoro, investimenti e prospettive la durata della concessione è fissata in sei anni eventualmente rinnovabili di altri sei».