21 novembre 2017
Aggiornato 14:30
domenica 20 agosto

Estate in città: Pordenone da fiaba e Fosar Underground Festival

Nella prima mattinata al Convento di San Francesco nella saletta incontri e nel chiostro 'Pordenone da fiaba' un laboratorio per adulti con Veronica Loperfido e un laboratorio per bambini con Viviana Piccolo; da mattina a sera in piazza XX Settembre 'Fosar Underground Festival' con ospiti d’onore

Estate in città: Pordenone da fiaba e Fosar Underground Festival (© Estate in Città)

PORDENONE - 'Pordenone da fiaba', progetto firmato Ubik Art per l’Estate in Città, che approfondisce il segreto della Bella Addormentata tra psicologia e teatro, domenica 20 agosto si sposta nel Convento di San Francesco dove alla stessa ora (9.30), ma in due spazi diversi (chiostro e saletta incontri), si terranno un laboratorio per adulti condotto dalla psicologa Veronica Loperfido e uno per bambini condotto dall’attrice Viviana Piccolo. Entrambi vanno alla scoperta, con linguaggi diversi del segreto della Bella Addormentata. Un percorso per entrare nel magico mondo della fiaba e conoscerne misteri, significati, simboli e segreti; imparare a tradurre i suggerimenti che le fiabe portano alla nostra anima per aiutarla a crescere e maturare attraverso passaggi iniziatici di dolore, lotta, comprensione, amore. Un viaggio dove il teatro e la psicologia si mescolano per navigare e orientarsi tra mondo ordinario e mondo straordinario. Le fiabe possono essere un utile strumento utile a raccontare ciò che altrimenti non riusciremmo a dire. Passaggi di vita dolorosi e difficili, momenti di condivisione, momenti dolorosi o significativi che si vogliono trasmettere ai propri bambini: ecco che può nascere un linguaggio delicato e protetto che funge da ponte di comunicazione e comprensione.

Fosar Underground Festival
Domenica 20 agosto per l’Estate in Città in piazza XX Settembre spazio al 'Fosar Underground Festival' dalle 10 alle 23.30 con la regia dell'associazione culturale Racconti da Nordest e la direzione artistica di Pasquale Neri. Nato dal progetto madre 'La Place des Artistes' questo festival delle arti-musiche-creative e indipendenti darà casa a cento artisti provenienti da ogni parte d'Italia ed Europa che mostreranno il loro aspetto creativo sia classico che moderno, svincolato dal sistema commerciale attuale, che, secondo gli organizzatori, sta distruggendo la qualità del singolo artista obbligandolo a trascurare la propria vena creativa naturale per inseguire i modelli condivisi e dettati dalle regole dell'attuale mercato. Il 'Fosar' ossia il 'Nuovo che Avanza' si presenta a Pordenone in regola per presentare una grande edizione forte della sua storia ed esperienza acquisita attraverso XXX edizioni nazionali di La Place des Artistes, contando sulla qualità degli artisti e la varietà delle proposte. Il programma prevede in mattinata poesia sonora innovativa, conferenza sugli Indiani d'America e Tex Willer condotta dal giornalista Francesco Tono e una serie di piccoli concerti insieme all'apertura dell'esposizione artistica generale. Nel pomeriggio, dopo l'inaugurazione delle esposizioni d’arte, si susseguiranno concerti di gruppi e artisti emergenti, busker, e 'progetti spontanei'. Ospite d’onore alle 20.30 Sara Piolanti, cantautrice forlivese, con alle spalle diverse collaborazioni, il Premio De André e un promettente album d'esordio come solista 'Farfalle e falene'. La sera alle 21.15 gran finale con importanti testimonial: Fabio Testoni 'Dandy Bestia', chitarrista e fondatore degli Skiantos, Pablo Perissinotto il cantautore operaio, Pasquale Neri, musicista e produttore, Roberto Morsiani, batterista storico degli Skiantos: assieme chiuderanno la manifestazione con una super jam band, nella quale il nuovo e il vecchio dialogheranno tra loro. Musicista, produttore, compositore, polistrumentista, Pasquale Neri ha suonato con grandi nomi della scena italiana: Loredana Bertè, Alice, Battiato, Gianna Nannini, Sergio Caputo. Ha partecipato a tre Festival di Sanremo come artista e musicista, e alle più grosse manifestazioni artistiche italiane come Festival Bar, Azzurro, Vota la Voce. Suona professionalmente violino, basso e chitarra, ha composto una canzone per Frankie Vaugan, ha lavorato come Producer per la Milano Concerti, e ha inciso con la Ricordi di Milano. Per 20 anni ha collaborato con la Steve Rogers band.