20 novembre 2017
Aggiornato 22:00
aeronautica militare in fvg

Fvg-Usa: Bolzonello, ottimo rapporto della base di Aviano con il territorio

Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia ha partecipato alla cerimonia del passaggio di consegne al comando dell'aeroporto militare Pagliano e Gori di Aviano ricordando il rapporto positivo dei militari con le comunità locali, nonché la fattiva collaborazione tra l'importante struttura e le amministrazioni locali

Fvg-Usa: Bolzonello, ottimo rapporto della base di Aviano con il territorio (© Wikipedia)

AVIANO - Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, ha partecipato alla cerimonia del passaggio di consegne al comando dell'aeroporto militare Pagliano e Gori di Aviano tra il colonnello pilota Stefano Cianfrocca, che guida la base dal 2013, e il tenente pilota Vincenzo Tozzi. Bolzonello, a margine della cerimonia, nel portare il saluto dell'Amministrazione regionale al nuovo comandante, ha ricordato il rapporto positivo che da sempre caratterizza la presenza dell'aeroporto di Aviano in Friuli Venezia Giulia, la conseguente integrazione dei militari con le comunità locali, nonché la fattiva collaborazione tra l'importante struttura e le amministrazioni locali. Un rapporto, ha detto Bolzonello, che anche il nuovo comandante Tozzi, nato a Napoli ma di origini friulane (nonni materni nativi di Cividale e Camino al Tagliamento), con l'esperienza acquisita ad alto livello nell'Aeronautica miliare, sicuramente saprà mantenere e valorizzare.

L'aeroporto di Aviano, che ospita il 31mo Fighter Wing dell'Usaf, stormo da caccia dell'aeronautica militare statunitense, e forze aeree della Nato, ha origine dal Campo di aviazione creato nel 1911 sulla scorta dell'esperienza della scuola di aviazione della Comina di Pordenone. Nel corso della I Guerra Mondiale vi si addestrarono molti degli assi del volo che combatterono nel conflitto. L'aeroporto ebbe un notevole sviluppo con la nascita della Regia aeronautica italiana nel 1923 e, in considerazione delle ottime condizioni climatiche, fu valorizzato negli anni successivi per essere ridimensionato nell'immediato dopoguerra e rinascere nel 1954. Dalla vigilia di Natale del 1954, infatti, ospita i velivoli dell'aeronautica militare degli Stati Uniti (Usaf) e, in particolare, dal 1994 il 31. Fighter Wing dell'Usaf.

L'aeroporto di Aviano è considerato il fiore all'occhiello del Comando delle forze aeree americane in Europa (Usafe).