22 settembre 2017
Aggiornato 17:00
riforma delle uti

Piccin, i dividendi di Atap Pordenone restino al territorio

Nella liquidazione della Provincia del Noncello, la Giunta Serracchiani ha ripartito le quote dell'Azienda trasporti automobilistici provinciali tra i Comuni ma si è tenuta i soldi liquidi, per una cifra pari a un milione e trecentomila euro

Piccin, i dividendi di Atap Pordenone restino al territorio (© Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - «La delibera della Giunta regionale che approva il Piano di liquidazione della Provincia di Pordenone contiene l'ennesimo scippo del centrosinistra ai Comuni della Destra Tagliamento». Lo sostiene in una nota Mara Piccin, consigliera regionale di Forza Italia, che spiega: «Nella liquidazione della Provincia del Noncello, la Giunta Serracchiani ha pensato bene di ripartire le quote dell'Azienda trasporti automobilistici provinciali (Atap) tra i Comuni ma si è tenuta i dividendi, cioè soldi liquidi, per una cifra pari a un milione e trecentomila euro. Questo modo di agire ricalca il solco tracciato dalla Giunta già nella definizione della legge di riforma delle Uti: spolpare i territori per ingrassare la macchina regionale».

La consigliera preannuncia, quindi, il deposito di una interrogazione a riguardo e conclude che tutto questo dovrebbe far riflettere i cittadini «sul progressivo decadimento delle istituzioni pubbliche avviato dal centrosinistra in Regione. La Serracchiani, con il suo Esecutivo, è stata in grado di trasformare il buon funzionamento degli enti locali e i loro processi di innovazione e sviluppo, avviati con la precedente Giunta, in un apparato territoriale-amministrativo sconnesso e confusionario».